AT THE SKYLINES – Disney metal

Pubblicato il 16/02/2013 da

Abbiamo raggiunto telefonicamente Chris Shelley, giovane cantante che fronteggia gli At The Skylines assieme a Mark Barela, per tastare il polso di una delle band più giovani del roster Roadrunner Records, sulla quale l’etichetta punta per rinnovare la scuderia. Il ragazzo dimostra di essere genuino, avere le idee ben chiare e i piedi ancorati a terra, come potete leggere nel resoconto della nostra veloce chiacchierata…

 

at the skylines

 

PER UN NUOVO GRUPPO E’ DIFFICILE SCEGLIERE UN BIGLIETTO DA VISITA. SE TU AVESSI LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE UNA SOLA CANZONE DAL VOSTRO DEBUTTO A QUESTO SCOPO, QUALE SCEGLIERESTI?
“E’ una domanda molto difficile. Così su due piedi direi ‘Shady Dreamin’. E’ stata una delle prime canzoni che abbiamo composto per la stesura di ‘The Secrets To Life’ e ha un testo particolarmente significativo, a cui certo sono legati tutti gli elementi del gruppo”.

COME SI E’ FORMATO IL GRUPPO? SIETE CRESCIUTI ASSIEME?
“La formazione attuale esiste solo da un paio d’anni. Ci siamo conosciuti tramite band della nostra zona e dopo svariate sostituzioni si sono formati gli At The Skylines. La scena di SoCal è molto viva, e c’è uno scambio costante sia di input e di influenze, sia di favori per quanto concerne promozione, scambio di date e supporto del pubblico”.

UNA COSA INTERESSANTE CHE MI HA COLPITO E’ CHE VI SIETE DEFINITI ‘DISNEY FREAKS’. LE CREATURE FANTASTICHE DELL’UNIVERSO DISNEY SONO UNA VOSTRA FONTE DI ISPIRAZIONE?
“Che c’è di male? Sono convinto che non siamo i soli, non mi dà fastidio ammetterlo! Per quanto riguarda l’ispirazione, direi che non subiamo un’influenza diretta. Quando la gente pensa a Disney pensa ad un personaggio fantastico. Per noi Disney evoca qualcosa di favoloso, la capacità di raccontare una storia e di incantare. In ogni film Disney ci sono storie e melodie indimenticabili, un obiettivo che vorremmo perseguire anche noi, nel nostro piccolo, con la nostra musica”.

CHE SIGNIFICATO HA LA COPERTINA DELL’ALBUM?
“Ha un significato simbolico. La figura umana, priva di purezza, si erge davanti a questa luce bianca triangolare, che investe la scena con un bagliore bianco accecante. Il triangolo è una figura geometrica ricca di simbolismo. Non è necessariamente legato a Dio, ma volevamo dare un contesto spirituale che fosse leggibile da chiunque: il triangolo è una forma perfetta”.

A CHI APPARTIENE LA VOCE FEMMINILE IN “THE AMAZING ATOM”?
“Non è una ragazzina, amico, è il nostro amico Kellin Queen degli Sleeping With Sirens. Ti sorprenderà sapere che ha anche un grande successo tra le ragazze! L’abbiamo chiamato perché siamo in ottimi rapporti ovviamente, oltre ad apprezzare i SWS, che riteniamo una delle migliori nuove band in circolazione al momento”.

LA RICETTA DEGLI AT THE SKYLINES VA DAL DEATHCORE AL POP ALL’ELECTRO. QUAL E’ IL VOSTRO LIMITE?
“Non ci poniamo nessun limite, il nostro unico obiettivo è quello di arrivare ai nostri ascoltatori tramite la musica che ci piace suonare”.

COME SIETE ARRIVATI AL CONTRATTO CON ROADRUNNER RECORDS?
“Si è svolto tutto in maniera abbastanza canonica. Il nostro EP è riuscito ad arrivare all’A&R di Roadrunner, che ha apprezzato la nostra musica e ci ha fatto un’offerta che non abbiamo potuto rifiutare. Chi direbbe di no a un contratto con Roadrunner? Il percorso è stato lineare e canonico, ed eccoci qua”.

CON CHI TI PIACEREBBE CONDIVIDERE IL PALCO PROSSIMAMENTE?
“Abbiamo ancora molte soddisfazioni da toglierci, la strada è lunga in questo senso. Tra questi ci sono Slipknot, The Used e Linkin Park. Queste tre sono le band con cui vorrei davvero riuscire a suonare, un giorno”.

QUAL E’ IL GRUPPO A CUI VI SENTITE PIU’ VICINI NEL CARTELLONE DELL’IMPERICON NEVER SAY DIE 2012?
“Ci sono molti gruppi che apprezziamo e con cui condividiamo molto. Se dovessi scegliere, penso che i We Came As Romans siano il gruppo che ci si avvicina maggiormente, come stile musicale ma anche come attitudine. Loro sono il futuro, vogliamo esserci anche noi”.

6 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.