BY THE GRIEF – Intervista a Alessandro Marucelli

Pubblicato il 14/10/2001 da

Considero i By The Grief come una delle più interessanti proposte nell’attuale scena estrema nazionale, una band le cui radici musicali si intrecciano tra influenze swedish death e matrici post-core. Ho ascoltato a lungo As One il loro recente debutto per Nocturnal Music e sono sempre più convinto che siano uno dei pochi gruppi in Italia ad avere qualcosa di nuovo da proporre sul mercato internazionale. Di seguito l’intervista con uno dei chitarristi della band: Alessandro Marucelli.
COME CONTESTUALIZZERESTE LA VOSTRA MUSICA IN RAPPORTO CON IL PANORAMA MUSICALE ITALIANO?
“Non mi prendere per presuntuoso ma siamo sicuramente tra i gruppi con più personalità perchè a differenza di molti altri noi non scimmiottiamo i gruppi stranieri di maggior successo. La scena italiana se vuole sprovincializzarsi deve tirar fuori gruppi originali e non bands di ragazzini che imitano i loro idoli.”

PUOI DARMI UNA DEFINIZIONE PERSONALE DEL GENERE CHE PROPONETE?
“Noi lo chiamiamo New School Death-Core,c’è chi lo ha definito death-crossover ma preferiamo non essere etichettati perchè riproporre sempre le stese cose non ci interessa.”

PARLAMI DELLE MATRICI E DELLE INFLUENZE CHE HANNO DETERMINATO IL SOUND DEI BY THE GRIEF.
“Per semplificare posso dirti che il nostro sound viene dall’ unione tra le sonorità di At The Gates ed Earth Crisis, ma le influenze sono veramente moltissime elencarle confonderebbe solo le idee per capire cos’è As One conviene ascoltarlo.”

COSA RAPPRESENTA “AS ONE” PER VOI?
“Lo consideriamo un ottimo punto di partenza ma stiamo già pensando al futuro.”

COME SIETE GIUNTI AL CONTRATTO CON LA NOCTURNAL MUSIC?
“Nel modo più semplice, quando nel ’98 è uscito il nostro unico demo l’ho inviato a varie etichette tra cui la Nocturnal che ha deciso di metterci sotto contratto.”

CHE COSA OFFRE SECONDO VOI LA NOSTRA PENISOLA ALLE BANDS EMERGENTI?
“Poco, le cose stanno migliorando ma rispetto ad altri paesi per quanto riguarda etichette,management e studi di registrazioni siamo messi male.”

VI STATE PROPONENDO ANCHE SUL PANORAMA MUSICALE INTERNAZIONALE?
“Qualche addetto ai lavori ci conosce e ci apprezza ma speriamo di fare il grande salto nell’anno a venire.”

PARLAMI DEL BACKGROUND PERSONALE DELLA BAND E DEL PASSATO MUSICALE DI OGNUNO DI VOI.
“Ognuno di noi in passato ha suonato in bands insignificanti. Attualmente il batterista suona nei Gulu Locus una pura death-metal band che esordirà presto su Nocturnal Music, il bassista ha un gruppo alla Mr.Bungle che si chiama Puta’s Fever, il cantante ha una band crossover in cui militavo anch’io fino a poco tempo fa, l’altro chitarrista ha da poco lasciato il suo gruppo emo di cui era il cantante.”

IN COSA VI SIETE EVOLUTI DALL’USCITA DI “AS ONE”?
“I nuovi pezzi sono più moderni, l’influenza death è sempre presente ma non è più in primo piano, stiamo concentrandoci maggiormente sugli arrangiamenti, stiamo eliminando quelle ingenuità che sono inevitabilmenti presenti in ‘As One’ in modo da affiancare alle vecchie idee ancora valide delle nuove.”

COSA C’È NELL’IMMEDIATO FUTURO DEI BY THE GRIEF?
“Verso marzo registreremo due nuovi brani e il mese successivo andrò a Londra per vedere se qualche etichetta d’oltremanica può essere interessata ai By The Grief. Inoltre registreremo una cover dei Brutal Truth per un tributo che uscirà per Nocturnal Music a cui parteciperanno anche gruppi della Relapse.”

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.