DECAPITATED – Uno Sguardo All’ Orizzonte

Pubblicato il 13/03/2009 da
 
Il 27 ottobre 2007, i death metallers polacchi Decapitated, all’epoca impegnati in un tour nell’Est Europa, rimanevano coinvolti in uno spaventoso incidente stradale in Bielorussia. Le conseguenze sono note a tutti: il batterista Witold “Vitek” Kieltyka, allora solo ventitreenne, perse la vita pochi giorni dopo in ospedale, a causa delle gravissime lesioni riportate. Il cantante Adrian “Covan” Kowanek, invece, dopo una serie di interventi chirurgici, venne messo sotto osservazione e quindi dichiarato grave ma stabile. A un anno e mezzo dalla tragedia che ha colpito la sua famiglia e la sua band, Waclaw “Vogg” Kieltyka, chitarrista e principale compositore dei Decapitated, torna a parlare di musica attraverso una breve intervista condotta via email con Metalitalia.com, facendo luce sui suoi piani per il futuro e su quel poco che è accaduto in casa Decapitated negli ultimi mesi. Di seguito le dichiarazioni del giovane chitarrista…
 
N.B. Le risposte di Vogg sono arrivate pochi giorni prima del recente annuncio sulle sue intenzioni sul fronte Decapitated!
 

 
CIAO VOGG, COME STAI? E COME STA COVAN? HAI SUE NOTIZIE?
“Ciao a tutti! Sto bene, grazie. Covan è ancora in condizioni molto serie, anche se queste sono comunque stabili. Ora è tornato a casa e dovrà seguire un programma di riabilitazione”.
 
PER OVVIE RAGIONI, I DECAPITATED SONO RIMASTI FERMI PER TUTTO IL 2008. TI È VENUTA VOGLIA DI LAVORARE A DEL NUOVO MATERIALE DURANTE QUESTO PERIODO?
“No, mi spiace deluderti, ma non ho composto nuova musica per i Decapitated”.
 
PENSI CHE QUELLO CHE È ACCADUTO A TE E ALLA BAND INFLUENZERÀ LA MANIERA IN CUI GUARDI ALLA MUSICA E AL SONGWRITING?
“Credo che tutte le cose che accadono nella tua vita finiscano in qualche maniera per influenzare ciò che fai. Questa tragedia ha irrimediabilmente segnato la mia vita e, se mai tornerò a comporre, la musica alle mie orecchie suonerà senza dubbio differente”.
 
PENSI CHE QUANDO COVAN STARÀ NUOVAMENTE BENE, RIMETTERAI IN MOTO LA BAND?
“Vedremo, ora non riesco proprio a pensarci…”.
 
SE CIÒ AVVERRÀ, CREDI CHE MANTERRETE IL NOME DECAPITATED, ANCHE SE TUO FRATELLO OGGI NON È PIÙ FRA NOI?
“È una cosa a cui sto pensando, ma ora non so davvero darti una risposta…”.
 
SEI DI RECENTE ENTRATO NEI VADER COME CHITARRISTA SESSION. COME TI TROVI A COLLABORARE CON PETER? E COME TI SENTI ORA CHE SEI TORNATO ON THE ROAD?
“Il primo tour con i Vader è stata un’esperienza molto difficile… spesso mi sono sentito male perchè ci siamo esibiti in alcuni club nei quali avevo suonato con i Decapitated poco prima dell’incidente. Oggi quando guido o sono in tour ho un po’ di paura… la mia percezione di certe cose è cambiata notevolmente. Comunque, devo dire che per ora i tour con i Vader sono andati bene: mi piace suonare live e amo la musica della band, quindi, tutto sommato, è stato piacevole seguirli. Per ora ho quasi solo bei ricordi”.
 
GIRA VOCE CHE REGISTRERAI ANCHE IL PROSSIMO ALBUM DEI VADER…
“Sì, al momento faccio parte della loro lineup e registrerò tutti gli assoli del nuovo album”.
 
DECAPITATED A PARTE, HAI IN CANTIERE QUALCHE ALTRO PROGETTO MUSICALE? DI CHE COSA TI SEI OCCUPATO L’ANNO SCORSO?
“Per buona parte dell’anno scorso ho lavorato in un negozio di chitarre. Poi sono andato in tour con i Vader, mentre di recente ho iniziato a pensare a un nuovo progetto musicale… sto cercando dei musicisti per poter riprendere a suonare con regolarità”.
 
LA METAL MIND PRODUCTIONS HA DATO ALLE STAMPE UN DVD DEI DECAPITATED QUALCHE MESE FA, “HUMAN’S DUST”. LO HAI VISTO? SEI SODDISFATTO DI COME È VENUTO?
“Non lo considero esattamente un’opera curata dalla band, visto che tutto è stato confezionato dall’etichetta e io non lo avevo nemmeno visto prima che venisse pubblicato, ma tutto sommato mi soddisfa. Include materiale vecchio di qualche anno e nel complesso credo che sia di discreto valore per i nostri fan”.
 
LA SCENA DEATH METAL POLACCA È DEFINITIVAMENTE ESPLOSA NEGLI ULTIMI ANNI. COME CI SI SENTE A FARNE PARTE E A ESSERE CONSIDERATI UNO DEI SUOI PRINCIPALI ESPONENTI?
“Sono molto contento che la nostra scena stia ottenendo questo successo. C’è tanto di buono dalle nostre parti, non solo in campo death metal. Consiglio ai lettori di dare un ascolto a Blindead, Lux Occulta, Antigama e Niya”.
 
DI RECENTE NERGAL E I SUOI BEHEMOTH HANNO AVUTO DEI SERI PROBLEMI DI CENSURA IN POLONIA, A CAUSA DEI LORO A VOLTE CONTROVERSI LIVE SHOW. QUAL È LA TUA OPINIONE A RIGUARDO? È DAVVERO COSÌ DIFFICILE ESSERE RISPETTATI COME METAL BAND DALLE VOSTRE PARTI?
“Purtroppo la Polonia è una nazione molto cattolica e da noi esistono anche queste organizzazioni di fanatici che provano a dire alla gente che cosa sia giusto o sbagliato fare o, in questo caso, ascoltare. Se sul palco distruggi una Bibbia o insulti Gesù, è quindi abbastanza ovvio che tu possa avere dei problemi. Con la mia band non ho comunque mai dovuto avere a che fare con qualcosa del genere… anche se ammetto che non sarebbe male finire su qualche lista nera (ride, ndR)!”.
 
TORNANDO ALLA MUSICA, CHE COSA STAI ASCOLTANDO IN QUESTO PERIODO? E QUALI SONO STATI I TUOI ALBUM PREFERITI L’ANNO SCORSO?
“Al momento sto ascoltando musica di ogni tipo… da Mozart agli Hate Eternal! L’anno scorso ho apprezzato soprattutto gli album di Meshuggah e Down”.
 
CHE COSA FARAI NEI PROSSIMI MESI, VADER A PARTE?
“Vorrei provare a suonare di nuovo in un progetto tutto mio o nella mia band… come ti dicevo, sto cercando dei musicisti interessati a seguirmi. Poi magari potremo creare della nuova musica e andare in tour”.
 
BENE, GRAZIE MILLE PER IL TUO TEMPO, VOGG… VUOI AGGIUNGERE QUALCOSA?
“Voglio ringraziarvi per l’interesse dimostrato e salutare e ringraziare di cuore tutte le persone che sono state vicine a me e alla mia famiglia dopo la tragedia. Eterno rispetto… spero di vedere molti di voi in tour, prima o poi! Buon 2009 a tutti!”.
 
 
 
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.