DEVIANT – Sickening art

Pubblicato il 13/12/2005 da
Sono svedesi, sono giovanissimi e sono più incazzati che mai! I Deviant – questo il nome della loro band – hanno tutti vent’anni e possono a tutti gli effetti essere considerati la “next big thing” della scena death metal. Tecnici, veloci, ma anche groovy e dinamici: i Deviant prendono spunto da tante differenti realtà ma sono dotati di uno stile ben definito e personale. Sponsorizzati dalla nostrana The Spew Records, che ha pubblicato il loro debut “Larvaeon”, questi cinque ragazzi hanno tutte le carte in regola per diventare un nome importante in una scena che necessita assolutamente di una ventata di novità. Il batterista EB su quest’ultimo punto sembra pensarla proprio come noi: ecco il resoconto della nostra chiacchierata…

I DEVIANT SONO UNA BAND MOLTO GIOVANE… DA QUANTO SUONATE ASSIEME?
“I Deviant esistono dal 2002 ma io, Johan e Magnus suoniamo assieme da quando avevamo dieci anni. Ci conosciamo praticamente da sempre…”.

E’ VERO CHE IN SVEZIA CHIUNQUE VOGLIA IMPARARE A SUONARE PUO’ NOLEGGIARE UNO STRUMENTO NEL MUNICIPIO DELLA SUA CITTA’?
“Sì, ma purtroppo questa iniziativa oggi sta morendo in quasi tutta la Svezia. Sembra che i ragazzi stiano perdendo interesse nella musica e, allo stesso tempo, lo stato sta mettendo a disposizione sempre meno fondi. E’ un vero peccato… qui quasi tutti hanno iniziato a suonare o a conoscere la musica grazie a questi centri per i giovani”.

IL VOSTRO DEBUT ALBUM E’ STATO PUBBLICATO DALLA ITALIANA THE SPEW RECORDS. COME SIETE ENTRATI IN CONTATTO CON ESSA?
“Giorgio, il boss della The Spew ci ha contattato proprio all’inizio della nostra avventura, quando avevamo appena registrato il demo. Figurati che quest’ultimo non era ancora stato nemmeno pubblicato… avevamo solo messo a disposizione dei samples sul nostro sito! Quando abbiamo iniziato a ricevere delle offerte dalle label, quella della The Spew ci è subito sembrata la migliore. Giorgio ci ha offerto il suo supporto sia sotto il profilo della promozione che sotto quello economico. Si è dimostrato sempre una persona onesta e sincera… il suo lavoro meriterebbe maggiore considerazione”.

PARLIAMO DI “LARVAEON”… L’HO TROVATO UN OTTIMO DISCO! SIETE SODDISFATTI DEL RISULTATO FINALE?
“Sì, assolutamente! Volevamo realizzare un disco che proponesse qualcosa di diverso dal solito death metal e crediamo di esserci riusciti. Molta gente ci sta facendo i complimenti per questo, perciò non potremmo essere più felici!”.

PERCHE’ PER ESPRIMERVI AVETE SCELTO PROPRIO IL DEATH METAL? VI SIETE INDIRIZZATI VERSO QUESTO STILE SPONTANEAMENTE O LE VOSTRE INTENZIONI INIZIALI ERANO ALTRE?
“Io all’inizio sapevo a malapena che cosa fosse il metal… era un genere che non mi interessava affatto! Poi Johan e Magnus mi hanno prestato tantissimi CD e così ho iniziato ad appassionarmi. Alla fine, tutti nella band si sono ritrovati ad apprezzare allo stesso modo il death metal. Abbiamo quindi iniziato a comporre dei brani, con l’obiettivo però di differenziarci dalla massa”.

LA MARCIA IN PIU’ DI “LARVAEON” E’ SENZA DUBBIO LA VARIETA’…
“Il nostro death metal è molto vario perchè ascoltiamo tanti altri tipi di musica. Ad esempio, siamo tutti grandi fan di Queen, Europe, Coldplay o Muse. Non siamo influenzati da questi gruppi, però il fatto di ascoltare tante cose diverse ci aiuta a comporre senza uno schema preciso”.

CHE MI DICI DI IMMOLATION, DERANGED E DISMEMBER? POSSIAMO CONSIDERARLI COME LE VOSTRE INFLUENZE PRINCIPALI?
“Non saprei, i chitarristi sono senz’altro molto influenzati dagli Immolation, ma il gruppo preferito di Alex sono i Guns N´Roses! Per quanto mi riguarda, io mi sento parecchio influenzato dai Cryptopsy e da Flo, il loro drummer”.

COME SONO ANDATE LE REGISTRAZIONI? CREDO SI TRATTASSE DI UNA DELLE VOSTRE PRIME ESPERIENZE IN STUDIO…
“Abbiamo registrato per un mese in tre studi differenti… alla fine abbiamo maledetto il giorno in cui siamo entrati a far parte di questa band! Scherzi a parte, si è trattata di un’esperienza stressante ma anche molto divertente. Abbiamo imparato molto da Karl, il nostro produttore. E’ un gran bravo ragazzo”.

DI COSA PARLANO I TESTI DI “LARVAEON”?
“I testi del disco sono tutti legati alla fine del mondo: l’unica cosa che sopravvive ad essa sono delle larve, che col passare dei secoli si evolvono sino a tramutarsi in una sorta di uomini-bruco! Un esemplare di questi ultimi è raffigurato sulla copertina dell’album!”.

QUALE CREDI CHE SIA IL BRANO PIU’ RAPPRESENTATIVO DELL’ALBUM?
“Difficile da dire… ogni song ha una sua identità ed è diversa dalle altre. Tutti noi comunque adoriamo la title track, una canzone che presenta passaggi brutali e altri melodici. E’ varia, è potente… è bella! Sembra che finisca ancora prima che sia iniziata e questo è un buon segno: ti lascia la voglia di ascoltarla ancora”.

QUAL’E’ LA TUA OPINIONE SULL’ATTUALE SCENA DEATH METAL SVEDESE? TI PIACCIONO VISCERAL BLEEDING E SPAWN OF POSSESSION? TROVO CHE I DEVIANT ABBIANO QUALCOSA IN COMUNE CON QUESTE DUE BAND…
“Sì, è vero, proprio come loro, noi puntiamo molto sulla varietà. Con i Visceral Bleeding abbiamo suonato varie volte, mentre al momento considero gli Spawn Of Possession il miglior gruppo svedese. Oggi pare che chiunque voglia suonare musica brutale, ma tutti si dimenticano, o non sono in grado, di scrivere canzoni che siano dinamiche, che abbiano feeling. Non ci vuole nulla ad essere groovy o arrabbiati, ma non tutti sono capaci di essere originali. Noi abbiamo sempre puntato ad emergere dalla massa”.

ORA CHE IL VOSTRO PRIMO DISCO E’ STATO PUBBLICATO, QUALI SONO I VOSTRI OBIETTIVI?
“Non abbiamo dei veri e propri obiettivi… abbiamo iniziato a suonare perchè la cosa ci divertiva e continueremo a farlo fino a quando smetteremo di trovarlo interessante. Siamo tutti molto giovani, dobbiamo ancora scoprire tante cose… a questo punto non avrebbe senso dare tutto per i Deviant. Naturalmente, sarebbe bello diventare famosi, ma non è una cosa a cui siamo soliti pensare con insistenza. Per il momento ci basta suonare e divertirci… dovresti vederci dal vivo per capire a che cosa mi riferisco”.

ANDRETE IN TOUR PER PROMUOVERE “LARVAEON”?
“Ultimamente non stiamo suonando granchè per mancanza di tempo, ma contiamo di iniziare a programmare delle date al più presto”.

GRAZIE MILLE PER L’INTERVISTA… LE TUE ULTIME PAROLE?
“Grazie per il supporto! Visitate www.deviant.se per le news sulla band. Da www.relapse.com o www.thespew.org potete invece acquistare il nostro disco. A presto!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.