DEVILICIOUS – Göteborg playground

Pubblicato il 02/03/2013 da

Un bel mix di hard rock, stoner, alternative in un unico grande booze party. Non siamo a Palm Springs e nessuna Cadillac passa per l’Highway 101. Siamo invece sotto la pioggia costante di Göteborg insieme a Martin Olsson, lead guitarist dei Devilicious, per parlare dell’ultima fatica “The Esoteric Playground”!

Devilicious-Band-2012

 

ROMPIAMO SUBITO IL GHIACCIO CON UNA DOMANDA CANONICA: COSA PENSATE DELLA SCENA DI GOTEBORG OGGI?
“Gothenburg è ancora un posto dove si fa grande musica: ci sono ancora molti musicisti ispirati, aiutati dai veterani del passato che hanno reso questa città punto importantissimo per molta della musica degli ultimi anni. Quando penso alle nuove band o a band che stanno facendo carriera oggi, se dovessi citare dei nomi allora direi sicuramente Death Destruction e Graveyard”.

QUAL E’ LA MAGGIORE INNOVAZIONE TRA “THE ASYLUM GOSPELS” E IL NUOVO ALBUM? COME DEFINIRESTE IL VOSTRO STILE?
“La più grande differenza è un suono più pulito e il ‘feeling’ che stiamo provando con la musica; ‘The Asylum Gospels’ era più oscuro e aveva uno stile più stoner. Ci siamo evoluti in un modo che ci ha integrati in un suono più propriamente rock ma con le caratteristiche tipiche del sound Devilicious. Appare sempre molto difficile la definizione del genere musicale, soprattutto del proprio stile musicale, ma noi lo chiamiamo hard rock n’ roll con influenze rockabilly e stoner”.

LE BAND CON CUI AVETE CONDIVISO IL PALCO SONO STATE IN QUALCHE MODO UN RIFERIMENTO, UN’INFLUENZA PER VOI? FACCIO RIFERIMENTO AD ALICE COOPER, L.A. GUNS, TESTAMENT, HARDCORE SUPERSTAR. E RIGUARDO ALLE ALTRE INFLUENZE? MI E’ SEMBRATO DI SENTIRE MOLTO MONSTER MAGNET IN QUESTO ULTIMO “THE ESOTERIC PLAYGROUND”. SBAGLIO?
“Tutta la musica ha avuto un impatto su di te se sei un compositore, quindi non direi che le band che hai citato essere state con noi in tour ci hanno influenzato particolarmente…ma non direi neanche il contrario. Alcune delle più grandi band che abbiano mai suonato non sono più come ai tempi d’oro e abbiamo preso ispirazione anche da queste. Il cantante e compositore principale Mickel Jacobsson ha ascoltato i Monster Magnet da quando era piccolo e loro sono una delle sue band preferite di tutti i tempi, quindi sì, sicuramente siamo stati influenzati da loro”.

“THE ESOTERIC PLAYGROUND”: PERCHE’ AVETE SCELTO QUESTO TITOLO? VOGLIO DIRE, NON E’ UN DISCO DI METAL RABBIOSO E INCAZZATO QUESTO, E’  PIU’ UN ROCK N’ ROLL PARTY, MOLTO ALCOLICO.
“(ride, ndR) Forse hai ragione. Il titolo è stato ispirato dalle principali liriche delle canzoni e ovviamente non puoi fare del buon rock’n’roll senza cantare di droga, sesso e alcol. Non si fa. E quindi non puoi applicare il nome dell’album e il significato a tutte le canzoni”.

E RIGUARDO ALLA COPERTINA? NON E’ UN’IMMAGINE STANDARD PER UN HARD ROCK-STONER ALBUM, NO? RICORDA MOLTO QUALCOSA ALLA “THE RING”, QUALCOSA DALL’IMMAGINARIO HORROR COMUNQUE.
“La band inizialmente è stata molto ispirata dalle tematiche horror. Alcune delle canzoni rappresentano questi aspetti oscuri. Volevamo farlo a modo nostro. Voglio dire, alcune copertine rock’n’roll sono senza significato se non si applica loro una storia”.

PARLIAMO DEI VIDEO DI “SUCCUBUS” E DI “CALIFORNIA”. SEMBRA CHE VI SIATE DIVERTITI DI BRUTTO, NON E’ COSI’?
“Assolutamente! Incredibili produttori e un sacco di birra non possono fare altro che offrire del divertimento. A proposito di ‘Hollywood’, volevamo fare un video estivo contrapposto al lato oscuro di ‘Succubus’. La canzone ‘Hollywood’ è tutta incentrata sul girovagare con gli amici e bersi un po’ di birre. Per ‘Succubus’ è più un rappresentare le liriche oscure che la canzone offre”.

E LA VOSTRA MUSICA OFFRE QUESTA MEDESIMA SORTA DI APPEAL: GENTE IN COMUNIONE CON LA PROPRIA MUSICA, CHE GODE VERAMENTE DI QUELLO CHE FA. UNA DELLE COSE CHE MI HANNO COLPITO E’ STATA PROPRIO QUESTA TRASMISSIONE DI SENTIMENTO NEL GODERSI DELL’HARD ROCK, NEL SUONARLO E NEL SENTIRLO. E’ QUESTO UNA SORTA DI CREDO PER VOI STESSI COME MUSICISTI?
“Adoriamo suonare la nostra musica e questa per noi è una sorta di modo di vivere. Perché non si dovrebbe godere nel suonare hard rock? Non siamo come quelli che pretendono di essere cool solo perché vedono altri fare lo stesso. Noi amiamo goderci il nostro momento, suonare veloce e scolarci le nostre birre”.

QUAL E’ LA VOSTRA TRACCIA PREFERITA DELL’ALBUM? CI SONO UN SACCO DI ANTHEM, PER ME. “RED HEAD IN BED” E “HERE COMES THE BLUES” SONO FANTASTICHE.
“Sì, infatti. La mia preferita è proprio ‘Here Comes The Blues’, ma anche ‘Love Explosion’ e ‘Hollywood’. Amo suonare l’assolo di quest’ultima, forse per questo dico così. Gli altri ragazzi la pensano come me, anche se ognuno ha i propri gusti e le proprie canzoni preferite. Non è facile infatti fare la setlist per i live, qualcuno si arrabbia sempre quando non si suonano le proprie ‘darlings’”.

SIETE DUNQUE SODDISFATTI DI QUESTO “THE ESOTERIC PLAYGROUND” E DI QUANTO HA SIGNIFICATO PER VOI?
“Assolutamente sì. Non è stato facile questo periodo ma è stato anche gratificante. Siamo anche già pronti per incidere il terzo album…è fantastico e incredibilmente divertente registrare canzoni nuove”.

PERDONATEMI LA DOMANDA STRAVAGANTE: E’ POSSIBILE SECONDO VOI FARE STONER ROCK SENZA DESERTO ACCANTO, SOLE ROSSO NEL CIELO, PEJOTE, HIGHWAYS E CADILLAC? IN PRATICA, SENZA ESSERE A PALM DESERT, INTENDO…
“(ride, ndR) Puoi sempre fare stoner nella pioggia costante di Göthenburg. Penso che il tempo di merda influenzi i nostri geni stoner. Guarda Dozer, dalla fresca Borlänge su a nord”.

FUTURO?
“Sicuramente qualcosa in Europa molto presto. E’ passato un anno e mezzo dall’ultima volta che siamo passati e abbiamo appena finito con il tour svedese. Quindi direi: tour europeo e terzo disco. Assolutamente”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.