ENDSTILLE – Neve e sangue

Pubblicato il 01/02/2014 da

Anno dopo anno, album dopo album, gli Endstille affilano sempre di più le loro lame. Guai a considerarli l’ennesimo gruppo tutto fumo e poca sostanza, che prova ad impressionare l’audience soltanto tramite qualche copertina controversa e un po’ di mistero. Dal 2000 ad oggi, i black metaller tedeschi si sono resi protagonisti di una carriera a dir poco concreta, che li ha visti scalare costantemente posizioni e diventare un vero e proprio punto fermo per tutti coloro che seguono tali sonorità, perlomeno in Europa. L’ultimo “Kapitulation 2013” ha perfettamente ribadito il concetto ed è stato inevitabile tornare a tastare il polso al gruppo, qui rappresentato dal batterista Mayhemic Destructor…

Endstille - band - 2013 (2)

“KAPITULATION 2013” È UNO DEI DISCHI PIÙ VARI DELLA CARRIERA DEGLI ENDSTILLE; SEMBRA QUASI CHE RIASSUMA TUTTO QUELLO CHE AVETE CERCATO DI FARE SINORA…
“Sì, credo che come band abbiamo sempre cercato di sviluppare il nostro stile e di variare la formula il più spesso possibile. A mio avviso, la novità di questo disco è rappresentata da alcuni influssi crust punk, ma tutto sommato è indubbiamente un album Endstille. Credo che oggi siamo più aperti alla sperimentazione. Da quando Iblis ha lasciato la band abbiamo imboccato una nuova strada e Zingultus, il nuovo arrivato alla voce, ci ha spinto ulteriormente in questa direzione”.

AVETE REGISTRATO UNA ECCELLENTE COVER DI “BLASPHEMER” DEI SODOM CON IL CONTRIBUTO DI GRAVE VIOLATOR, EX CHITARRISTA DI QUESTI ULTIMI. RACCONTACI COME È NATA QUESTA COLLABORAZIONE…
“I Sodom sono da sempre una grande influenza per noi. Forse per alcuni personaggi cosiddetti ‘trve’ questa è una blasfemia, ma personalmente non vedo nulla di male nel coverizzare un gruppo come questo. L’idea ci è venuta quando L. Wachtfels, il nostro chitarrista, e Grave Violator hanno iniziato a bere assieme una sera al Wacken Festival. Abbiamo invitato Grave Violator nel nostro studio e lui ha iniziato a suonare il brano con noi. A detta sua, si tratta della cover più pesante e precisa che sia mai stata realizzata per ‘Blasphemer'”.

GLI ENDSTILLE SONO IN ATTIVITÀ DA DIVERSO TEMPO: NEGLI ANNI, CRESCENDO, VI SIETE MAI SENTITI STANCHI DI SUONARE BLACK METAL? I VOSTRI GUSTI SONO CAMBIATI DA QUANDO AVETE FONDATO LA BAND?
“Sono una persona dalla mentalità molto aperta e sicuramente i miei gusti non sono gli stessi di quindici anni fa: oggi per me la musica si divide solamente in buona o brutta. Tuttavia, con Endstille ci concentriamo sulla nostra passione per il black metal e tutti quegli ascolti non hanno una forte influenza sul mio modo di comporre e suonare”.

DI COSA PARLA “KAPITULATION 2013”? A GIUDICARE DALLA COPERTINA, SEMBRA UN CONCEPT SUL FRONTE RUSSO NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE…
“In effetti, l’artwork è ispirato alla propaganda sovietica, ma in realtà i testi parlano del concetto di capitolazione in tutte le varietà possibili”.

I RIMANDI A GUERRE ED ARMI RIMANGONO PERO’ UNA COSTANTE PER VOI. CONTINUATE AD AVERE PROBLEMI IN GERMANIA, DOVE SPESSO SIETE STATI CONFUSI PER UN GRUPPO FILO-NAZISTA?
“No, ormai la gente sa chi siamo e quali sono i nostri intenti. Forse c’è ancora qualcuno che si ostina a non crederci, ma la cosa non ci riguarda… anzi, ci fa solo ridere”.

“ENDSTILLE” E “MONOTOUS” SONO DUE TITOLI RICORRENTI NEL VOSTRO REPERTORIO. VI SONO BRANI INTITOLATI COSI’ IN QUASI OGNI ALBUM. PER QUALE MOTIVO?
“Penso che quelli sul nuovo album possano essere gli ultimi brani di questa tradizione. L’idea ci è venuta tanti anni fa: la nostra musica può apparire monotona e la guerra è anch’essa monotona. Con questo sound e questo messaggio alla base, abbiamo cercato di creare una collana di pezzi così intitolati…”.

QUAL È SECONDO TE LA DIFFERENZA FRA UNA BUONA CANZONE BLACK METAL E UN’OTTIMA CANZONE BLACK METAL?
“Secondo me la differenza viene fatta dall’atmosfera. Trovo il black metal un genere musicale molto emotivo. Se non riesce a toccarti nel profondo, allora non ha pienamente raggiunto l’obiettivo”.

COME VEDI L’ATTUALE SCENA BLACK METAL?
“Non so se in Italia il genere stia crescendo, ma qui lo trovo decisamente in calo. Non ho ascoltato molti nuovi gruppi con qualcosa da dire. In ogni caso, il black metal è un genere musicale molto resistente, non se ne andrà mai. Credo che se ora è stagnante, prima o poi tornerà ad essere più vivo ed interessante. È solo una questione di tempo”.

COME ENDSTILLE CHE PIANI AVETE PER IL PROSSIMO FUTURO?
“In primavera saremo in tour in Europa con Koldbrann ed Ondskapt. Tuttavia, non mi pare che sia stata confermata una data in Italia. Cercheremo di confermare altri show nel 2014: alcuni di questi devono essere solo annunciati”.

QUALE POTREBBE ESSERE LA LINEUP IDEALE PER UN CONCERTO DEGLI ENDSTILLE?
“Venom, Celtic Frost, Slayer, Skitsystem, Endstille”.

HO SPESSO SENTITO DIRE DA BAND CHE IL PUBBLICO TEDESCO È DIFFICILE DA SMUOVERE E DA SCALDARE. VOI SIETE TEDESCHI: TI TROVI D’ACCORDO? DOVE AVETE OTTENUTO I MAGGIORI RESPONSI IN CONCERTO?
“Sì, il pubblico tedesco è generalmente piuttosto spento. Credo che sia difficile entusiasmarlo perchè da queste parti vi sono tantissimi concerti ogni settimana e ormai la gente si è abituata a tutto. Noi siamo stati trattati benissimo in Svezia e in Francia… non pensavo che da quelle parti potessero essere così entusiasti davanti ad un genere come il nostro”.

CHE COSA STAI ASCOLTANDO ULTIMAMENTE?
“Sigur Ros – ‘Kveikur’ (pura atmosfera)
Toxic Holocaust – ‘Chemistry of Consciousness’ (metal punk!!!)
Toxic Holocaust – ‘An Overdose of Death’
David Bowie – ‘The Next Day’ (Bowie è tornato!)
Voivod – Target Earth (i Voivod sono la mia band preferita e questo è il loro album migliore da ‘Phobos’!)
Autopsy – ‘The Headless Ritual’ (gli Autopsy continuano a suonare come se fosse il 1988 e questo è il mio disco preferito dell’ultimo anno!)
Hidden Orchestra – Archipelago (un po’ di nu-jazz per rilassarsi a casa)”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.