ERIC MARTIN – Di nuovo on the road!

Pubblicato il 17/03/2004 da

Con la sua faccia da eterno giovanotto, il cantante Eric Martin ha pubblicato il suo nuovo album solista. La sua inimitabile voce ed i suoi testi così profondi sono l’elemento chiave della nuova musica firmata dall’ex singer dei disciolti Mr. Big. Discreto, non eccessivamente loquace, ma sempre carico del suo famoso humor, Eric Martin si lascia mettere a ferro e fuoco dai microfoni di Metalitalia. Quello che vi accingete a leggere è il resoconto di una mezz’oretta trascorsa assieme ad un grande della musica rock internazionale che, nonostante siano finiti i fasti del passato, sembra avere ancora molte cose da dire.
ALLORA ERIC, PRIMA DI PARLARE DEL NUOVO DISCO, VORREI SAPERE SE SEI SODDISFATTO DEI RISULTATI OTTENUTI DAL TUO PRECEDENTE LAVORO, “I’M GOIN’SANE”.
“Direi che sono molto soddisfatto, il disco è stato accolto molto bene ed ho anche avuto la possibilità di intraprendere un tour. Forse questo è l’aspetto che meno mi ha soddisfatto, avrei preferito un tour più lungo, anche se alla fine ho suonato per sei settimane in America, ho fatto cinque show in Giappone ed ho potuto esibirmi al Gods Festival, tutti posti in cui i fans mi hanno dimostrato il loro calore ed un continuo supporto. Sono stato in tour per dodici anni insieme a ‘Mr. Tu Sai Chi’ (ovviamente riferito all’ex compagno Billy Sheenan, ndAR) ed ora ogni opportunità di lasciare il mio piccolo paesino è oro colato!”

ARRIVIAMO COSI’ ALLA NASCITA DI “DESTROY ALL MONSTERS”…

“Beh, ancora una volta per risparmiare tempo e soldi ho scelto di registrare il disco a casa eheh. Dare alla luce ‘Destroy All Monsters’ non è stato un processo di breve durata, è stata necessaria una gran dose di lavoro. L’unica cosa buona nel registrare un disco a casa mia era il frigorifero molto vicino per garantirmi un paio di birre a portata di mano ed il potersi alzare dal proprio letto pronto a rockeggiare senza aspettare nessuno!”

DI COSA PARLI NELLE NUOVE CANZONI?

“Ti faccio un veloce track by track:
What’s The Worst That Could Happen: è una canzone che parla della ribellione nei confronti della società. Avere il coraggio di scegliere con la propria testa anche a costo di serie conseguenze. Vivere senza paura di nulla.”
 Kansas: Coloro che si amano trovano una via che li riconduce alla scintilla originale del loro amore. La vita può sembrare più semplice senza obblighi, ma l’amore da molti più doni. Abbiamo usato lo scenario del ‘Mago Di Oz’, il Kansas è ancora nei nostri cuori ed il bambino dentro di noi è sempre vivo.”
I Woke Up Too Late: Alcune persone hanno paura del successo, aspettano l’incalzare degli avvenimenti senza essere loro a decidere in prima persona.
Janie Won’t Open: e’ una canzone che parla di una bambina che prova a rifugiarsi in un mondo segreto e sicuro. Tutti noi la conosciamo, eravamo a scuola con lei! Ha vissuto dei brutti momenti a credere nell’amore.
Where Are You: Anche Gesù sulla croce si è chiesto se era o meno stato dimenticato. Qualche volta noi non riusciamo ad aiutare, ma pensiamo a questo quando ogni cosa si ritorce contro di noi. 
You’re Too Good for Him: Una nostra amica ha subito abusi dal suo ragazzo e crede che l’amore a volte debba ferire per ottenere alla fine la felicità. Questa ragazza non ascolta i consigli delle amiche anche se in cuor suo sa che hanno ragione.
Living In Black And White: E’ un documentario della vita sulla strada nei giorni nostri.
Something There: Una canzone sulla seduzione e su ciò che può essere vero o solo fantasia. Mi ama o non mi ama?
What If: Essere etichettato eroe comporta a questa persona il dover risolvere i problemi altrui. Molti vedono le celebrità come persone molto migliori di ciò che realmente sono. Mi avete reso famoso, ma non sono il Dio che vorreste.”
I Can Die Now: Dopo lunghe ricerche, trovare il vero amore. E’ una sorta di metafora, come morire ed andare in paradiso.”
Burnin’ In My Mind: Il poter fermare il mondo abbastanza da ritornare e cambiare il passato.
If: E’ un ritratto di parole per descrivere l’amore.”

SUL TUO DISCO SUONI INSIEME A GRANDI MUSICISTI, MA SEMBRA CHE TU NON TI VOGLIA LEGARE A NESSUNO IN PARTICOLARE. HAI MAI PENSATO DI FORMARE UNA BAND SOLIDA ED AFFIATATA?

“Complimenti, bella domanda! Il motivo della mia scelta è semplice, non ho ancora trovato i musicisti che abbiamo scaturito insieme a me la giusta alchimia per formare una nuova, grande band. Questa è la ragione che mi ha spinto ad utilizzare tante persone diverse sul disco. Oltre a voler imprimere un sound diverso su ogni singolo brano, in questo modo ho fatto una sorta di audizione ai musicisti che hanno partecipato alle registrazioni di ‘Destroy All Monsters’. Credo che il custode di questa alchimia possa essere  il batterista.”

QUESTA VOLTA PASSERAI IN ITALIA?

“Mio Dio, mi piacerebbe tantissimo tornare a suonare da voi! Ho frequentato la scuola media di Vicenza, inoltre quando con i Mr. Big sono andato in tour europeo di spalla agli Aerosmith, la data migliore è stata indubbiamente quella di Milano. Attualmente non ho pianificato nulla e non ho nemmeno un buon promoter al lavoro. Ma non perdere le speranze, sono determinato a solcare di nuovo i palchi italiani.”

IN VESTE SOLISTA, ALBUM DOPO ALBUM, LA TUA MUSICA NON E’ MAI UGUALE. QUESTA EVOLUZIONE CONTINUA E’ RICERCATA?

 “No, davvero! Semplicemente quando compongo cerco di catturare lo spirito della mia giovinezza musicale prima del periodo Mr. Big, che ironicamente oggi è diventato più popolare di allora.”

QUANDO TI RITROVI A COMPORRE MUSICA, CERCHI ANCORA DI SODDIFARE I FANS DEI MR. BIG?
 “Non c’è nulla di programmato, anche se personalmente spero che chi mi ascoltava con i Mr. Big possa apprezzarmi ancora oggi. Dare sfogo alla mia vena compositiva è un divertente esperimento per me.”

COME MUSICISTA PREFERISCI SUONARE DAL VIVO O RINCHIUDERTI IN UNO STUDIO?

“Io sono una persona abbastanza impaziente e stare troppo tempo in studio mi rende nervoso. Preferisco quindi l’aspetto live di questo mestiere, sono più a mio agio.”

COSA ADORI E COSA ODI DEL MUSIC BUSINESS?
“Oddio man, non saprei da dove iniziare. Amo scrivere i pezzi, ma odio tutte le burocrazie a cui si deve andare incontro per fare un disco; il produttore, mia madre (?!?! ndAR) e i cinque milioni di persone di un’etichetta a cui bisogna leccare il culo!”

“DESTROY ALL MONSTERS”: CHI/COSA SONO QUESTI MOSTRI?
“Uno dei miei produttori mi ha ispirato per questo titolo mentre stavo pensando al nuovo disco ed alla direzione musicale da intraprendere sui brani. Il costante martellamento dei media con notizie crude e tristi sulla alla guerra in Medio-Oriente è riuscito a far breccia nel mio cervello. Questo produttore mi disse: ‘Chiudi quella sfottuta bocca, distruggi tutti i mostri nel tuo cervello ed inizia a suonare, vecchia rock star e prima donna che non sei altro!’. Così, dopo averlo licenziato, ho utilizzato le sue parole ‘Destroy All Monsters’ come titolo del nuovo disco.”

ORMAI LA TUA CARRIERA SOLISTA E’ UN IMPORTANTE CAPITOLO DELLA TUA VITA. COSA TI ASPETTI ORA?
“Come in ogni avventura non ci si può aspettare nulla di preciso, semplicemente è una cosa che mi piace. Speriamo che alla fine del tunnel ci sia la luce…”

COSA C’ERA DI COSI’ SPECIALE NEI MR. BIG?
“Volendo semplificare le cose direi che i Mr. Big erano una grande live band. Li paragonerei ai Rush con un cantante soul! Oggi però sono contento così, non farei mai nessuna reunion…chissà, magari Billy…”

DURANTE IL TUO TEMPO LIBERO A COSA TI DEDICHI?

“Principalmente mi piace guardare vecchi film in bianco e nero degli anni ’40 e ‘50 o giocare con la Play Station. Adoro inoltre  portare mia moglie agli incontri di wrestling…in casa ah ah!”

OK ERIC, DOBBIAMO SALUTARCI!
“Ok, ricorda solo che ‘Many men smoke…….but Fu man chu (esilarante gioco di parole, ndAR). Grazie per l’intervista.”

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.