HAVOK – Groovy thrash

Pubblicato il 27/05/2017 da

Il quarto disco degli Havok, thrash band di Denver, Colorado, ha confermato le capacità e le buone intenzioni che i ragazzi avevano già dimostrato con le prove precedenti. L’album è infatti fresco e onesto, gode di una componente groove e una base tecnica assolutamente invidiabile, ed è riuscito a piacere a molti, sia tra fan che addetti ai lavori. La band, del resto, ha saputo costruirsi nell’ultima decina d’anni una bella reputazione, e non sono pochi i thrasher in giro per il mondo che iniziano a cucirsi una toppa degli Havok sul giubbotto di jeans. Uno dei punti di forza del nuovo “Conformicide” è l’apporto del nuovo, eclettico bassista, Nick Schendzielos, una ciliegina sulla torta per un combo che sta affinando sempre di più la propria proposta in un thrash strumentalmente ineccepibile ma non per questo freddo o spocchioso. Ed è proprio con Nick che abbiamo scambiato due parole sul nuovo disco della band: a voi le sue parole.

BENTORNATI. COMINCIAMO PARLANDO DEL NUOVO “CONFORMICIDE”, COSA CI PUOI DIRE A RIGUARDO?
“E’ un disco di cui siamo davvero orgogliosi, anche se il tempo per avere il lavoro completo sembra essere stato eterno! Dategli un ascolto, di sicuro c’è qualcosa che vi piacerà”.

COME SONO ANDATE LE SESSIONI DI REGISTRAZIONE? COM’E’ STATO LAVORARE CON STEVE EVETTS?
“Ci siamo divertiti. Eravamo ad Orange, California, non esattamente il peggior posto nel quale trovarsi: sole, buon cibo e amici intorno. Steve è un grande, lavorare con lui è davvero bello, ti spinge ad ottenere il massimo e a far si che la tua roba spacchi il culo!”.

IL BASSO HA UN RUOLO MOLTO IMPORTANTE IN QUESTO NUOVO ALBUM, COME SI E’ ARRIVATI AL CAMBIO DI LINE-UP?
“Praticamente Dave (David Sanchez, vocalist e chitarra ritmica, Ndr) mi ha chiamato per dirmi che Mike (Leon, precedente bassista NdR) non avrebbe più fatto parte della band e mi ha chiesto se avessi voluto registrare il disco con loro e, qualora ci fossimo trovati bene, andare anche in tour. Ovviamente ho detto di si, e sono anche molto contento del risultato ottenuto sull’album”.

COME VI APPROCCIATE ALLA COMPOSIZIONE?
“David e Reece (Scruggs, chitarrista della band, NdR) avevano già molto materiale, e alla fine ci siamo trovati a jammare molti dei pezzi già pronti. Subito dopo loro si sono messi a fare un po’ di modifiche e abbiamo aggiunto basso e voce alla fine. Un processo di songwriting piuttosto organico e credo che  si possa sentire prestando attenzione a come tutte le singole parti funzionano”.

COSA E’ CAMBIATO DALL’ULTIMO ALBUM DEGLI HAVOK?
“Beh, per dirne una, ci sono io qui a parlare con te! (Ride, NdR). No, realisticamente c’è stato un passo avanti nella musicalità, direi, più armonia e anche un po’ più di tecnica, forse”.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI PREFERITE IN “CONFORMICIDE”?
”’Ingsoc’, ‘Intention to Deceive’, e ‘F.P.C.’”

E QUALI PENSI CHE I FAN APPREZZERANNO DI PIU’?
“Credo anche loro apprezzeranno particolarmente quei tre brani, anche finora il responso è stato molto buono per tutti i brani”.

A QUALE BAND STORICA PENSI CHE GLI HAVOK POTREBBERO ESSERE ACCOSTATI, OGGI COME OGGI?
“Credo che gli accostamenti con i Big Four siano piuttosto lampanti, ma per quanto ad altra roba direi un pochino i Faith No More? Non saprei in realtà”.

GLI HAVOK ESISTONO DA UN PO’ ORMAI, COSA PUOI DIRCI DELL’ESPERIENZA FINORA?
“Gran divertimento. Siamo fortunati, per come è messa oggi l’industria discografica, ad essere in grado di vivere come musicisti, e di questo siamo davvero grati. Senza però essere troppo sdolcinati è anche stancante, abbiamo una tabella di marcia molto dura, ma è quel tipo di cose che devi fare per farti un nome ed essere sicuro di far arrivare la tua arte alla gente, no?”.

COME DESCRIVERESTI GLI HAVOK USANDO SOLO POCHE PAROLE?
“Energico e potente groovy metal”.

CHE BAND STAI SEGUENDO AL MOMENTO?
“Siamo tutti presi coi Gojira al momento, in più il nuovo dei Mastodon è davvero incredibile; poi sto seguendo i Car Bomb”.

CHE CI DICI DEL TOUR?
“In Europa con WarBringer, Gorod ed Exmortus, una cazzo di bomba!”

PENSI CHE AVETE GIA’ RAGGIUNTO IL MIGLIOR ALBUM DELLA VOSTRA CARRIERA?
“Spero proprio di no, perché a quel punto che senso avrebbe farne altri? Credo che lo scopo sia di fare sempre dischi che siano migliori di quelli precedenti, non credi?”.

QUALE PENSI CHE SARA’ IL PROSSIMO TREND NEL MONDO METAL?
“Glam-Grind. Tipo I Motley Crue che suonano come I Napalm Death! (ride NdR)”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.