HAVOK (USA) – Il Tempo E’ Finito

Pubblicato il 28/05/2011 da


Da qualche anno gli americani Havok sono finiti sotto le sapienti grinfie discografiche della Candlelight Records. Dopo un primo album che, seppur valido, non aveva fatto gridare al miracolo, risultando l’ennesimo scopiazzamento della storia del thrash metal da parte di questi giovincelli americani, il nuovo lavoro del gruppo del leader David Sanchez si è guadagnato la qualifica di Hot Album sulle nostre pagine. Per saperne di più sui progressi della band e per sapere cosa bolle in pentola sul futuro, Metalitalia.com ha intervistato proprio Sanchez, che si è dimostrato abile interlocutore nonchè amante senza confini del vecchio thrash metal!


IL VOSTRO SECONDO ALBUM È FUORI DA QUALCHE TEMPO ORAMAI. SIETE SODDISFATTI DEL RESPONSO?

“Il 99% delle recensioni sono state killer! Abbiamo ricevuto votazioni molto alte, 8, 9 e anche dei 10, quindi siamo molto entusiasti!”.

“TIME IS UP” È STATO HOT ALBUM SULLE NOSTRE PAGINE. NELLA RECENSIONE ABBIAMO SCRITTO CHE, SE PARAGONATO AL VOSTRO DEBUTTO, È PIU’ SOLIDO. SEMBRA CHE QUESTA VOLTA VOI FOSTE PIU’ CONCENTRATI SUL DA FARSI. SEI D’ACCORDO?
“Sono totalmente d’accordo. Ci siamo concentrati molto sulla scrittura delle canzoni questa volta e, più di questo, volevamo che l’album annichilisse il pubblico al primo ascolto. Il traguardo è stato quello di creare canzoni molto aggressive, dirette, con una forte componente heavy metal. Sento che abbiamo portato a termine la nostra missione”.

QUALI SONO A TUO GIUDIZIO I PUNTI DI FORZA DI “TIME IS UP”?
“Non credo che l’album abbia dei punti deboli, quindi potrei rispondere che i punti di forza sono tutti quelli che compongono il nostro lavoro! La batteria, il basso, la chitarra, l’orecchiabilità, tutto è veramente forte. Sono molto felice di come l’album è venuto fuori, ma non penso di aver raggiunto il nostro top con la sua pubblicazione. Non vedo l’ora di iniziare a scrivere un nuovo disco perché so che supereremo “Time Is Up” e sono quindi eccitato all’idea di vedere cosa saremo capaci di fare la prossima volta!”.

‘IL TEMPO È FINITO’, RECITA IL TITOLO. MA PER COSA?
“Il titolo dell’album si adatta molto bene all’intero concept dei nostri testi. Quella frase può davvero applicarsi a tutte le canzoni. Non è un concept album ma ha un tema dall’inizio alla fine. La fine del regime, la fine delle idee…”.

SENZA DUBBIO ALCUNO, IN QUESTO NUOVO ALBUM POSSIAMO ASCOLTARE IL VOSTRO AMORE PER IL THRASH METAL DEGLI ANNI ’80. POSSIAMO DIRE CHE VI SAREBBE PIACIUTO VIVERE QUELL’ERA MUSICALMENTE?
“Penso che i tempi odierni siano fantastici per fare quello che facciamo. È veramente cool sapere che quando le band thrash gettano la spugna, ci siamo noi a tenere la barra del timone dritta! Penso che molta gente non si rende conto che, eventualmente, Slayer, Metallica, Megadeth, Testament, Exodus, Anthrax, Overkill e tutte le thrash band originali si ritireranno e il mondo necessiterà di gruppi che colmeranno quel vuoto quando questo inevitabilmente si manifesterà… Quando accadrà, allora gli Havok saranno giusto lì per salvare la situazione”.

COSA NE PENSI DELL’EVOLUZIONE DEL GENERE? PRENDIAMO AD ESEMPIO UNA BAND AMERICANA, GLI EXODUS: TI PIACE QUESTA MANIERA DI CANTARE MOLTO MODERNA, MOLTO METALCORE, DI ROB DUKES?
“Per me il thrash metal è tutto buoni riff e velocità. Se tu hai una band che suona veloce con dei buoni riff, tu hai una thrash metal band. La parola ‘thrash’ è diventata stigmatica ultimamente per diverse ragioni, le quali sono sbagliate perché il thrash domina (dice ‘fucking rules’, ndR)! Mi piace il nuovo album degli Exodus parecchio! Non mi lamento delle parti vocali, in quanto non tolgono niente alla musica della band. Sebbene Zetro (vecchio cantante del gruppo, ndR) sia uno dei miei cantanti metal favoriti, mi piace molto lo stile di Rob Dukes”.

NELLE VOSTRE CANZONI C’E’ UNA BUONA PRESENZA DI PARTI MELODICHE, NON SOLO NEGLI ARRANGIAMENTI MA ANCHE NEL RIFFING, PER RIMANDI FREQUENTI ALL’HEAVY METAL. COSA CI DICI DI QUESTE SOLUZIONI?
“Senza melodia cosa cazzo sarebbe una canzone? La melodia è l’anima, l’orecchiabilità di una canzone. Senza di questa, le canzoni diventano monotone e noiose”.

QUALI SONO I TRE MIGLIORI ALBUM THRASH METAL DEGLI ULTIMI DIECI ANNI?
“È veramente difficile sceglierne tre, comunque… Dico Revocation – ‘Existence Is Futile’, Skeletonwitch – ‘Beyond The Permafrost’, e Vektor – ‘Black Future’”.

SARAI SICURAMENTE A CONOSCENZA DEL TOUR DEI BIG FOUR. MA SONO VERAMENTE LORO I MIGLIORI QUATTRO A TUO GIUDIZIO? COSI’ NON FOSSE, QUALI SAREBBERO LE TUE SCELTE?
“Penso che ogni band merita di essere qui, ma penso che i Big 4 dovrebbero essere i Big 10. Ci sono tante vecchie band thrash metal di spessore, è assurdo averne solo quattro in questo tour. Penso che meritino di esserci anche Testament, Overkill, Exodus, Kreator, Sodom e Sepultura”.

SE AVESSI L’OPPORTUNITA’ DI APRIRE PER UN GRANDE NOME DEL GENERE, CHI SCEGLIERESTI? GLI EXODUS?
“Amo gli Exodus e abbiamo già suonato con loro! Se un giorno avrò la chance di aprire per i Metallica, penso che me la farò sotto”.

E COSA CI DICI RIGUARDO LE COVER DEGLI SLAYER CHE AVETE RESO DISPONIBILI SU ITUNES? È UNA SOLUZIONE PER SPINGERE ALL’ACQUISTO DELL’ALBUM SUL MERCATO DIGITALE? PERCHE’ POI AVETE SCELTO QUELLE DUE CANZONI?
“Per aumentare la consapevolezza dell’esistenza del mercato digitale, ma mi piacerebbe che anche i fan che acquistano il cd possano ascoltarle. Abbiamo coverizzato ‘Postmortem’ e ‘Raining Blood’ durante i nostri concerti per molto tempo. Le sentiamo quasi come nostre, visto che è parecchio che le suoniamo; sono le nostre ‘Am I Evil?’, diciamo”.

CI SARA’ QUALCHE TOUR IN SUPPORTO DEL NUOVO ALBUM?
“Penso che saremo in tour per tutto l’anno, occhi aperti sulle date!”.

GRAZIE PER IL TUO TEMPO, SALUTA I FAN ITALIANI CHE ANCORA NON HANNO AVUTO MODO DI VEDERE GLI HAVOK DAL VIVO…
“Grazie a voi, non vedo l’ora di venire in Italia. Ho ottimi giudizi sulla vostra scena, almeno a giudicare da quello che sento in giro. Grazie a voi e spero di vedervi presto durante uno dei nostri concerti. Ascoltate ‘Time Is Up’ quando ne avete una chance, se vi piace ascoltare heavy metal veloce e pesante. Ogni fan dei riff duri lo amerà. Supportateci, ci vediamo presto!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.