HORRID – Il Massacro E’ Appena Iniziato…

Pubblicato il 17/04/2012 da

Perché i gruppi storici godono quasi sempre del rispetto dei fan e della stampa specializzata? Perché ci si imbatte in chi ha fatto anni ed anni di gavetta, senza necessariamente raggiungere il successo o la notorietà internazionale, in persone che hanno dato tanto al genere musicale in cui credono, persone come Max Horrid. Al momento la band sta cercando un batterista ed un cantante per rimettere in moto la macchina da guerra chiamata Horrid, un gioiello morboso del nostro underground death metal. In attesa di un nuovo full length album all’insegna del death metal rude, ma anche melodico pienamente old school ed influenzato dai pionieri svedesi, andiamo a conoscere meglio un gruppo in giro dal 1989, ma che per diverse ragioni fino ad oggi non ha avuto il successo che avrebbe meritato…

BENVENUTI SULLE PAGINE DI METALITALIA.COM, HORRID! E’ SEMPRE UN PIACERE INTERVISTARE UN GRUPPO DELLA VECCHIA GUARDIA.  IL VOSTRO NUOVO ALBUM RITRAE IN MODO SUGGESTIVO CIO’ CHE IL VOSTRO GRUPPO E’ STATO IN TUTTI QUESTI ANNI, SBAGLIO?
“Sì, hai certamente ragione; la coerenza è una base solida sulla quale abbiamo voluto costruire la band, poi vengono la passione e fedeltà al genere che suoniamo”.

SIETE ATTIVI DAL 1989 EPPURE AVETE REALIZZATO ‘SOLO’ TRE ALBUM. USCITE ALLO SCOPERTO SOLTANTO QUANDO SIETE SICURI DEL VOSTRO PRODOTTO OPPURE CI SONO STATI FATTORI CHE HANNO RALLENTATO L’USCITA DELLE VOSTRE RELEASE IN QUESTI ANNI?
“Guarda, fino a quando hai nella band gente che non fa il suo dovere e pensa solo a scopare ragazze o a farsi grandi sui social network dove vuoi arrivare? Purtroppo in Italia non c’è spirito di coesione né di sacrificio. Si pensa solo a se stessi e in questo modo viene a mancare un vero supporto da parte di tutti: band, radio, ‘zines…”.

MENTRE TUTTI SONO ALLA RICERCA DI UN SOUND NUOVO, IL VOSTRO FASCINO SEMBRA LEGATO ALLO STILE DECISAMENTE OLD STYLE DEI VOSTRI BRANI…
“Esatto, è una scelta nostra rimanere così come siamo nel rispetto di tutti. Scusatemi, ma gli Horrid sono old school!”.

E’ INDUBBIO CHE LE SCENA DEATH METAL EUROPEA, E SVEDESE IN PARTICOLARE, ABBIA PLASMATO IL VOSTRO SOUND, MA DA QUALE SUO ASPETTO SIETE RIMASTI AFFASCINATI MAGGIORMENTE?
“Per la loro professionalità sin da quando sono soltanto delle demo-band, per i loro suoni devastanti e la tanta energia. E poi non si perdono dietro a stronzate, ma lavorano sodo”.

C’E’ UN GRUPPO IN PARTICOLARE CHE E’ VICINO AL VOSTRO MODO DI INTENDERE IL DEATH METAL PIU’ DI OGNI ALTRO?
“Sinceramente non c’è un gruppo particolare, direi tutti quelli appartenenti all’old school, ma se vogliamo citare qualcosa di attuale direi Demonical, Interment e Vomitory”.

PARLIAMO DI “THE FINAL MASSACRE”… SEMBRA INCREDIBILE MA I NUOVI BRANI RIPARTONO DALLO STESSO STILE DI QUELLI PIU’ VECCHI ANCHE SE NEL FRATTEMPO SONO PASSATI CIRCA DIECI ANNI…
“Sì, esatto. E’ una cosa che ci viene spontanea così! E’ Horrid!”.

NEL VOSTRO CASO CREDO SIA CORRETTO DIRE CHE LA COSTANZA E L’AMORE PER UN CERTO GENERE MUSICALE SIANO I VERI PUNTI DI FORZA, CONTRARIAMENTE A CHI DICE CHE PER MIGLIORARE BISOGNA NECESSARIAMENTE EVOLVERE O CAMBIARE IL PROPRIO SOUND IN MODO COSTANTE…
“Condivido il tuo pensiero, cambiare sound è uguale a cambiare il nome. E Max non suonerebbe di certo in qualcosa che non appartiene allo stile Horrid o al mio”.

UN VOSTRO GIUDIZIO IN GENERALE SUL PANORAMA DEATH METAL ITALIANO: PREGI E DIFETTI.
“Ci sono ottime band in giro, ma il problema in Italia è, come citato prima, l’eccesso di esibizionismo, il voler sembrare delle rock star piuttosto che supportare o aiutare un altro gruppo in modo da creare un’unione vera tra band. Questo atteggiamento non fa proprio bene alla nostra scena”.

IMMAGINO CHE IL PALCO SIA LA DIMENSIONE MIGLIORE PER SPRIGIONARE LA VIOLENZA DEL SOUND HORRID…
“Sì, e appena saremo con la line up completa vogliamo te e Daniele della Black Tears Of Death davanti al palco a renderci onore di avervi presenti!”.

BISOGNA ASPETTARE MOLTI ANNI PRIMA DI ASCOLTARE UN FULL LENGTH COMPLETAMENTE INEDITO FIRMATO HORRID?
“No! Ti dò la parola che uscirà. Devo solo ricostruire una band come deve essere, senza cazzoni o pagliacci, ma fatta di persone appassionate e che hanno voglia di suonare la loro musica. Quindi abbi fede e attendi!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.