KING’S X – Il Re ruggisce ancora

Pubblicato il 11/06/2008 da
 
Sono passati ormai tanti, tantissimi anni dal loro debutto, ma la voglia di suonare non è diminuita di una virgola per i King’s X, storica band legata da preziosi capolavori del passato alla scena progressive, capace negli ultimi anni di trovare una dimensione tutta nuova figlia di un rock diretto, senza troppi fronzoli, attento alla sostanza come non mai. Abbiamo sentito il leader Dug  Pinnick proprio in prossimità dell’uscita del nuovo “XV”, che segue la nuova tendenza segnata già dal disco precedente come ci conferma il disponibile musicista.
 

 
TI SENTI SODDISFATTO DELL’ULTIMO ALBUM “XV”? QUALI SONO SECONDO LE PRINCIPALI DIFFERENZE CON IL PRECEDENTE “ONGRE TONES”?
“Sì, personalmente sono molto contento del risultato finale, la differenza principale rispetto al disco precedente sta nel fatto che più della metà dei brani (‘Stay’ o ‘Sooner Or Later’ per esempio), di ‘Ogre Tones’ risale a vecchi demo scritti per ‘Dogman’, mentre il nuovo ‘XV’ è composto interamente da pezzi scritti nel corso dello scorso anno”.

POTRESTI DESCRIVERCI COME SONO AVVENUTI I PROCESSI DI SONGWRITING E REGISTRAZIONE DEL NUOVO ALBUM?
“Abbiamo preparato un demo per realizzare questo CD contenente tutte le canzoni, personalmente ne ho scritte dieci, mentre Jerry ne ha scritta una, era dai tempi di ‘Faith Hope Love’ che ciò non accadeva per un disco dei King’s X. La registrazione si è svolta regolarmente abbiamo suonato e ci siamo divertiti col produttore Michael Wagner”.

COSA CI PUOI DIRE BREVEMENTE RIGUARDO ALLE TEMATICHE TRATTATE IN “XV”?
“Le canzoni che ho scritto parlano di politica, religione ed altre cose che mi sono passate per la mente negli ultimi tre anni”.

HO NOTATO NELL’ULTIMO ALBUM PARTICOLARE ATTENZIONE NELL’UTILIZZO E ARRANGIAMENTO DEI CORI, AVETE PRESTATO PARTICOLARE ATTENZIONE A QUESTO ASPETTO DEL SOUND PER CASO?
“Sì, in effetti è così, volevamo canzoni con cori di grande impatto che possano rendere alla grande in sede live e coinvolgere il pubblico come non mai!”.

QUALI SONO I TUOI ASCOLTI ULTIMAMENTE?
“Tra i gruppi che ascolto maggiormente in questo periodo ci sono gli Stateless, i Protest The Hero e i Deftones”.

QUAL E’ IL PERIODO DELLA TUA CARRIERA CHE RICORDI COME IL PIU’ BELLO E RICCO DI SODDISFAZIONI?
“Ce ne sarebbero troppi da menzionare in una semplice intervista, tuttavia credo che suonare davanti a 3 milioni di persone nel Woodstock del ’94 ed essere arrivati al 72° posto nella classifica delle migliori rock band di tutti i tempi stilata da VH1 (Mtv), siano i momenti più emozionanti, ma potrei andare avanti per ore ed ore con decine di situazioni…”.

NELLE VOSTRE ULTIME PRODUZIONI HO NOTATO CHE IL SOUND SI E’ FATTO PIU’ DIRETTO ED INCISIVO, E’ UNA SCELTA PREMEDITATA O SI TRATTA DI UN’EVOLUZIONE NATURALE?
“Semplicemente mi sono stancato di suonare infinite canzoni progressive, oggi voglio scrivere e suonare canzoni semplici, fare rock e divertirmi un sacco”.

C’E’ QUALCHE CAPITOLO DELLA VOSTRA DISCOGRAFIA CHE OGGI VORRESTI INTERPRETARE IN ALTRO MODO PER CASO?
“Be’, direi proprio di sì, sicuramente tutti quelli che vanno da ‘Out Of The Silent Planet’ fino a ‘KX4’ compreso, ma anche dischi come ‘Mr. Bulbouse’ e ‘Manic Moon Light’”.

AVETE GIRATO VIDEOCLIP PER QUALCHE CANZONE DEL NUOVO DISCO? PUOI RACCONTARCI QUALCHE DETTAGLIO IN MERITO?
“Abbiamo in programma a breve la produzione di un videoclip per la canzone ‘Alright’, ma al momento non posso ancora dirti nulla riguardo alla piega che prenderà”.

CI SARA’ UN TOUR EUROPEO DI SUPPORTO AL NUOVO DISCO, MAGARI CON QUALCHE DATA ITALIANA?
“Stiamo lavorando proprio in questi giorni tramite il nostro agente che tiene i contatti con l’Europa per organizzare qualcosa, ma purtroppo al momento non riesco ad essere più preciso in merito ad eventuali date nel vostro paese”.

GRAZIE DOUG! VORRESTI FARE IN CHIUSURA UN SALUTO A TUTTI I LETTORI DI METALITALIA.COM?
“Certamente! Spero che vi sia piaciuto il nostro CD, e che il groove sia con voi!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.