MIDNIGHT – La maschera infranta!

Pubblicato il 06/05/2005 da

A pochi mesi dalla nostra ultima chiacchierata, eccoci di nuovo insieme all’enigmatico singer Midnight per parlare della sua prima release ufficiale in veste solista. Cinque anni sono trascorsi da “M” e quattordici da “Strange And Beautiful” dei Crimson Glory, e tutte le esperienze maturate in questo arco di tempo vengono narrate nei nove pezzi che compongono l’ultima fatica del frontman americano. Cordiale, ma restio a sbottonarsi, allegro ma riflessivo…questo è Midnight!

CIAO MIDNIGHT, VISTO CHE PURTROPPO CAUSA PROBLEMI ALLA GOLA NON POTRAI ESIBIRTI (l’intervista si è tenuta lo stesso giorno in cui il singer avrebbe dovuto suonare all’Indian Saloon, nda) PARLIAMO SUBITO DI “SAKADA”
“E’ una vera sfortuna! Ero molto ansioso di suonare in Italia dove sin dai tempi dei Crimson Glory ho sempre ricevuto molto affetto dai fans, ma purtroppo sono rimasto vittima di una brutta laringite. Normalmente riuscirei a cantare se fossi raffreddato, la mia voce è rimasta molto potente negli anni, ma questo malanno mi permette a malapena di parlare. Farò il possibile per recuperare in futuro questa mia assenza forzata! Parlando invece di ‘Sakada’…che dire…è il frutto di diversi anni di lavoro, un disco in cui per certi versi mi metto a nudo e parlo delle esperienze che ho vissuto in tutti questi anni fuori dalle scene. Probabilmente la vecchia guardia composta dai fans dei Crimson Glory rimarrà spiazzata perché di loro c’è rimasto poco nella mia musica. Io sono una persona che guarda avanti, con i ragazzi dei Crimson Glory ho vissuto bellissimi momenti, ma oggi quella musica non mi rappresenta più, il Midnight di oggi è un artista che da anni non ascolta musica di altri per non essere influenzato nel momento di scrivere una canzone…”
 
SCUSA, VORRESTI DIRE CHE PER ANNI NON HAI MAI ASCOLTATO NEMMENO LA RADIO?
“Esatto amico mio, so che le mie parole potrebbero suonarti poco credibili, ma ti assicuro che è così. Vedi, tu avrai ascoltato ‘Sakada’ per prepararti alla nostra chiacchierata e sicuramente avrai notato che lo stile dei miei pezzi varia di volta in volta! In questo disco ho scritto la mia musica personale, il mio concetto di canzoni senza la minima influenza esterna. Se, come dicevi, si ascolta la radio o dei dischi, volenti o meno si assimilano le melodie, gli arrangiamenti, il sound dei vari artisti e nel momento di scrivere un pezzo proprio si finisce inevitabilmente per utilizzare tali nozioni. Io ho scelto di non ascoltare musica altrui in modo che le canzoni suonino solo ed esclusivamente mie.”
 
IN UNA NOSTRA VECCHIA CHIACCHIERATA MI DICESTI CHE PER CAPIRE CHI E’ IL MIDNIGHT PERSONA AVREI DOVUTO ASCOLTARE “SAKADA”…
“E’ vero e ribadisco il concetto, ascoltando ‘Sakada’ potrete venire a conoscenza delle esperienze che ho vissuto in questi anni e di ciò a cui sono andato incontro. Certo, le canzoni assumono la forma di metafore, ma il contenuto è l’espressione di me stesso. Non chiedermi però di spiegarti i testi di ‘Sakada’, ho sempre odiato farlo perché vorrei che vorrei far interpretare la mia musica direttamente dall’ascoltatore, in prima persona ed in modo autonomo.”
 
TRA I BRANI DI “SAKADA”, APPARE “PAIN”, ESTRATTO DAL TUO VECCHIO LAVORO “M”. COME MAI LA SCELTA DI RIUTILIZZARLO?
“Vedi, ‘M’ non è una vera release discografica, ma una sorta di demo in tiratura limitatissima pensato per tutti i fans che visitano il mio sito internet e che per anni mi hanno chiesto di scrivere qualche canzone. Il demo è stato registrato in qualche ora con una produzione a dir tanto amatoriale, quindi nel momento in cui mi sono trovato pronto a pubblicare il mio nuovo disco ho pensato di prendere uno dei miei pezzi preferiti di ‘M’ e ritoccarlo con una migliore produzione.”
 
QUANDO HAI FIRMATO PER LA BLACK LOTUS, TI E’ STATO CHIESTO DI SCRIVERE MUSICA A-LA CRIMSON GLORY?
“No, ed è proprio per questo che ho firmato con la Black Lotus! Non nego di aver ricevuto offerte interessanti anche da altre case discografiche di cui però non faccio il nome, ma la Black Lotus mi ha garantito sin dall’inizio la piena libertà artistica sulla composizione dei brani! I ragazzi dell’etichetta sono in primis dei veri fan e lavorano alla grande, personalmente mi trovo bene con loro!
 
RECENTEMENTE TU HAI CANTATO I CORI SUL DISCO DI BEN JACKSON E LUI HA COLLABORATO CON TE SU “SAKADA”. INOLTRE SI CONTINUA A PARLARE IN RETE DI UNA FUTURA REUNION DEI CRIMSON GLORY…
“Ho sentito anch’io queste voci, e vorrei tranquillizzare tutti perché non c’è nulla di fondato. E’ vero, dai tempi di ‘Strange And Beautifull’ ci sono stati diversi problemi personali fra di noi, la magia che ci legava scomparve e questo portò a pubblicare un disco non ai livelli di ‘Trascendence’ e allo scioglimento della band. Per anni non ci siamo parlati, ma ultimamente abbiamo iniziato a riallacciare i rapporti fra di noi. Ben è una persona speciale, oggi siamo molto vicini e amici come ai vecchi tempi. E’ stato lui a contattarmi per cantare sul suo disco solista, ed io ho subito accettato. Riguardo alla reunion, anche se è vero che abbiamo iniziato a parlarci di nuovo devo ancora prendere una decisione. Io e Jon Drenning abbiamo parlato molto della cosa e non escludo che ci si possa riunire, ma ho da subito messo in chiaro le cose che la mia priorità è dedicata al progetto ‘Sakada’ e alla mia musica solista. Proprio per questo, anche se riunissimo i Crimson Glory, molto probabilmente non avrei il tempo di imbarcarmi in un tour, quindi dobbiamo valutare bene tutti gli aspetti della faccenda. Ora permettimi un piccolo sfogo personale, in questo periodo sono bombardato da domande sui Crimson Glory, io invece chiedo ai fans di dare una possibilità e me e alla mia musica! ‘Sakada’ è un disco molto intimo e personale, io sono fierissimo della mia musica e vorrei che i sostenitori miei e anche quelli dei Crimson Glory lo ascoltassero senza criticarlo a priori. Come ti dicevo prima, ho amato il periodo Crimson Glory, ma oggi non sono più quello di quindici anni fa, bisogna andare avanti e guardare a ciò che si è veramente, senza ritornare solo per far felici i nostalgici. Quindi, ragazzi, non scartate ‘Sakada’, ascoltatelo bene!”
 
MIDNIGHT, ALLA FINE HAI SUPERATO I PROBLEMI PERSONALI CHE TI HANNO FATTO VIVERE IN ISOLAMENTO?
“Devi sapere che da sempre io sono una persona molto timida a cui non piace molto stare in mezzo alla gente. In parte a questo è dovuta la scelta di portare la maschera nei Crimson Glory, io tengo molto alla mia privacy. Poi è vero che in passato ho avuto qualche problema, che ho passato moltissimo tempo in una caverna a fare meditazione per migliorare me stesso e per avere la giusta ispirazione musicale. Anche oggi mi piace stare in casa senza stare in mezzo alla gente, so che può sembrare strano, ma in fondo ogni artista è un po’ pazzo non trovi?”
 
QUANDO ANDRAI IN TOUR?
“Ancora non so nulla. Di certo ci andremo, ma darti dettagli più particolari mi è oggi impossibile. Personalmente spero il tour sia molto lungo, tutto dipenderà anche dalle vendite di ‘Sakada’. Staremo a vedere…”

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.