NOCTURNUS – To Hell and Back!

Pubblicato il 24/01/2004 da

Certamente non capita tutti i giorni di avere l’occasione di intervistare l’ex batterista/cantante dei Nocturnus, storica band che diede un notevole scossone nel panorama estremo agli inizi degli anni ’90 con “The Key”, un lavoro tecnico, maturo e dotato di composizioni grandiose e al tempo stesso spiazzanti (chi di voi immagina partiture di tastiere nel death metal americano?). Mike Browning ci illustra passato, presente, e futuro della sua carriera di musicista, non disdegnando qualche frecciatina ai suoi ex compagni d’avventura…

CIAO MIKE, INNANZITUTTO BENTORNATO! SONO PASSATI QUASI QUINDICI ANNI DALL’USCITA DI “THE KEY”.’LO SCOPO DI QUESTA RACCOLTA DI DEMO TAPE, “THE NOCTURNUS DEMOS’, E’ QUELLO DI RIPORTARE IN ALTO IL NOME DELLA BAND?
“No, non esattamente. Attualmente la Karmageddon Media mi ha chiesto di ripubblicare le demo da quando la band ha dichiarato per la seconda volta lo split. Gli ho semplicemente detto che non c’era alcun problema da parte mia, ma io non ho alcuna proprietà legale sul nome. Molti fan ci avevano chiesto la realizzazione di questi brani e l’unico che attualmente ha avuto le palle di farlo sono io!”.

CHE COSA NE PENSI DI QUESTA COMPILATION? HAI COOPERATO CON LA KARMAGEDDON MEDIA PER LA REALIZZAZIONE DI QUESTO LAVORO?
“Loro me l’hanno chiesto e sebbene io legalmente non possa firmare nessun contratto e accettare nessuna royalties, li ho aiutati con un pugno di foto e stilando la vera storia dei Nocturnus, così i fan potranno sapere che cosa è esattamente successo”.

CHE COSA NE PENSI DI “ETHEREAL TOMB”? SEI ANCORA IN CONTATTO CON GLI ALTRI RAGAZZI DELLA BAND?
“‘Ethereal Tomb’ è il nome adatto per quel disco! Questo è tutto quello che voglio dire!!!”.

“THRESHOLDS” ERA UN BUON ALBUM, MA PARAGONATO A “THE KEY” OTTENNE MINOR SUCCESSO. SECONDO TE QUALI SONO I MOTIVI DI QUESTO INSUCCESSO?
“Well, in sostanza i motivi furono due: il primo è che io non avevo cantato e non avevo scritto le lyrics per quel lavoro, e il secondo è che parte del materiale di ‘The Key’ era vecchio e parzialmente era stato scritto da altre persone, mentre il secondo cd è stato scritto per la maggior parte da Davis, Lou, e Sean”.

I NOCTURNUS SONO STATI LA PRIMA BAND AD INTRODURRE LE TASTIERE NEL METAL ESTREMO: QUALI ERANO LE INTENZIONI A QUEI TEMPI?
“Io non mi sono mai preoccupato di ciò, ho sempre trovato le tastiere adattissime per quelle canzoni e così le utilizzai come le puoi sentire nel disco”.

E’ POSSIBILE CHE IN FUTURO REGISTRERETE UN NUOVO LAVORO CON IL NOME NOCTURNUS?
“Non penso proprio. Prossimamente farò uscire un lavoro con gli After Death, e il prodotto sarà realmente ciò che i Nocturnus avrebbero dovuto fare e, sebbene qualcuno abbia rubato il nome, nessuno può privarmi del mio modo di scrivere ed intendere la musica”.

MI PUOI DESCRIVERE I PUNTI SALIENTI DELL’ESPERIENZA CHE HAI AVUTO CON I MORBID ANGEL DAL 1982 AL 1986?
“Era la prima band vera di cui facevo parte, e fondamentalmente ho imparato molte cose positive e negative da quell’esperienza. Ma all’epoca la band era seriamente interessata all’occulto, al contrario dei Morbid Angel odierni”.

QUANDO HAI LASCIATO LA BAND DI TREY HAI FORMATO IMMEDIATAMENTE I NOCTURNUS O HAI SUONATO CON ALTRI GRUPPI?
“No, all’inizio Sterling ed io riformammo gli Incubus, ossia la vecchia band che avevamo prima che entrassi nei Morbid Angel, collaborammo per circa 6 mesi e registrammo un demo, poi nel 1987 formai i Nocturnus”.

MI PUOI DIRE QUAL E’ STATO IL MIGLIOR CONCERTO E IL MIGLIOR MOMENTO DELLA TUA CARRIERA DI MUSICISTA?
“Probabilmente il concerto dei Morbid Angel al Rocky Point Beach nel maggio del 1986. Tutti eravamo seriamente interessati all’occulto e l’energia che si creò durante la nostra esibizione fu incredibile!”.

QUAL E’ IL TUO DISCO PREFERITO DEI NOCTURNUS E QUALE CANZONE PREFERISCI? E QUAL E’ IL PEGGIOR LAVORO CHE HAI REGISTRATO?
“‘The Key’ è il disco che preferisco, mentre per quanto riguarda un brano direi ‘Undead Journey’. Sebbene mi piaccia molto anche il demo di ‘Science Of Horror’. Ma non avete sentito che tutta la mia produzione fa schifo? Almeno questo è quello che dice la critica”.

NEGLI ANNI ’80 L’HAIR METAL E IL THRASH IMPERAVANO NELLA SCENA MUSICALE… COME HAI VISSUTO QUEGLI ANNI?
“I fan erano grandiosi, per me gli anni ’80 e i primi anni ’90 sono stati i migliori. Ora come ora l’interesse è spostato maggiormente sui soldi e sugli interessi personali.

QUALI SONO LE BAND CHE TI HANNO INFLUENZATO NEL PASSATO E CHE TI HANNO INIZIATO NEL METAL?
“Mercyful Fate, Angel Witch e Necrodeath! Fino ad oggi sono state le band più maligne e sincere che abbia ascoltato!”.

ATTUALMENTE QUALI GRUPPI CATTURANO LA TUA ATTENZIONE?
“Ci sono alcune band che mi fanno letteralmente girar la testa! Ascolto tantissimo black metal e molte composizioni le trovo assoultamente grandiose!”.

GRAZIE MOLTE MIKE, HAI QUALCOSA DA AGGIUNGERE PER I FAN ITALIANI DEI NOCTURNUS?
“Ti ringrazio per l’intervista, e invito tutti a vistitare www.afterdeath666.com e www.lisathewolf.com, e a scaricare gratuitamente delle demo in formato mp3 di queste mie band”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.