SHINING FURY – La rabbia del power italiano!

Pubblicato il 20/03/2004 da

L’Italia pare poprio non volersi fermare in ambito power metal per quel che riguarda la nasciata di nuove band…ecco quindi gli Shining Fury, gruppo messo in piedi dal dotato e carismatico batterista Ross Lukather, il quale ha saputo scegliere in maniera impeccabile gli altri componenti della band. Se volete saperne di più, ecco qui di seguito l’intervista al bassista Alessandro Cola…
DA QUANTO HO POTUTO LEGGERE NELLA VOSTRA BIO, PARE CHE GLI SHINING FURY SIANO UNA BAND CON UNA CERTA ESPERIENZA…
“Sì, questo gruppo ha molta esperienza sia in sede live che in studio; Ross Lukather non è certo il primo arrivato, visto che ha registrato una decina di dischi e suonato in tutta Europa con vari gruppi come Death SS e Labyrinth! Anche il resto della band ha suonato molto e suona ancora in giro con altri gruppi”.

IN CHE MODO SIETE ENTRATI IN CONTATTO CON LA METAL BLADE?
“Dopo circa un anno aver cominciato a suonare insieme abbiamo registrato un promo-cd che abbiamo spedito a diverse etichette europee, e dopo poco tempo ci sono state fatte alcune offerte: quella della Metal Blade è stata la migliore, ma penso che se la loro offerta fosse stata come tutte le altre avremmo scelto quest’ultima comunque… insomma, 20 anni di attività saranno pur supportati da una certa professionalità!”.

PARTIRE CON QUESTA ETICHETTA CREDO SIA UN’OTTIMA COSA: NE SIETE SODDISFATTI?
“Siamo molto soddisfatti e orgogliosi di far parte di una label che ha lanciato band come Slayer, Manowar e Metallica (nelle prime compilation della Metal Blade c’erano anche loro!), senza considerare che ci ha lasciato carta bianca per tutta la durata delle registrazioni e la lavorazione dell’artwork! Penso che non sia molto semplice trovare un’etichetta che si fidi ciecamente dell’artista senza mettere bocca su qualsiasi cosa venga proposta”.

LE UNDICI TRACCE CHE COMPONGONO IL VOSTRO DEBUTTO SONO TUTTE INEDITE O AVETE RIPESCATO E RIARRANGIATO QUALCHE PEZZO COMPOSTO IN PRECEDENZA?
“Nel disco ci sono anche le track che facevano parte del demo, ma non le considererei ‘ripescate’ perché sono molto giovani e quando sono state riregistrate sul disco avevano solo due o tre mesi di vita ah ah ah! Inoltre c’è anche la cover di ‘Rosanna’ dei Toto, un pezzo che ci ha molto divertito durante gli arrangiamenti che abbiamo creato!”.

COME SONO NATE LE CANZONI DI “LAST SUNRISE”?
“I pezzi nascono per la maggior parte in sala prove: cominciamo a jammare su un riff o una successione di accordi e sviluppiamo tutta la canzone; a volte capita che qualcuno arrivi con un pezzo già finito che necessita solo di arrangiamenti… nessun problema per quanto rigurda il processo di composizione, se un’idea è buona, è buona in qualsiasi ‘salsa’!”.

SE DOVESSI PRESENTARE GLI SHINING FURY SU UNA RIVISTA METAL, COSA DIRESTI DI LORO E DEL GENERE DI MUSICA CHE PROPONGONO?
“Che brutta domanda (nel senso che è difficile!)! Be’, non saprei… immagino che debba presentare gli Shining Fury come un gruppo power, ma non credo che sia la definizione finale… ci sono un sacco di influenze nel disco: thrash, funky, blues, rock… come faccio a spiegarlo in meno del tempo di un ascolto? Sicuramente un platter power-metal, ma non solo. Andrebbe ascoltato e analizzato (questa è mera pubblicità!)”.

A ME, PERSONALMENTE, PARE CHE IL VOSTRO POWER SIA MOLTO HEAVY, CON RIFF AI LIMITI DEL THRASH. CHE NE PENSI?
“Hai detto bene: c’è del thrash, soprattutto in un pezzo come ‘Net Love’! Mi fa piacere che l’abbia notato!”.

QUALI SONO LE CANZONI CHE, SECONDO TE, RAPPRESENTANO MEGLIO IL MODO DI INTENDERE IL METAL DEGLI SHINING FURY?
 “Anche questa è una domanda difficilissima! Una volta ho assistito ad un’intervista con Peter Gabriel al quale veniva fatta la stessa domanda e lui ha risposto: ‘come faccio a scegliere a quale figlio volere più bene?’… Ecco, mi hai messo nella sua stessa difficoltà! Uhm… forse ‘Net Love’, ma anche ‘Snake’s Game’,o ‘060501’… non lo so, sono un po’ diverse tra loro! Se poi considero che magari il prossimo disco suonerà ancora diversamente…”.

LA CANZONE “MEMORIES” È APERTA DA DUE MINUTI DI DIALOGO, COME MAI QUESTA SCELTA?
“Semplice! Perché ci piaceva l’idea! OK, forse è un po’ troppo lungo, però credo che crei la giusta tensione prima di un pezzo così ‘drammatico’!”.

DI COSA PARLA LA SONG INTITOLATA “060501”?”
‘060501’ è solo un giorno in cui Francesco fu lasciato dalla sua ragazza. Il testo rappresenta il suo stato d’animo del momento…forse è un po’ duro come concetti, ma a lui piaceva così…”.

AL DISCO HA PARTECIPATO UN BUON NUMERO DI OSPITI: PUOI ELENCARCELI E DIRCI DI COSA SI SONO OCCUPATI?
“Gli ospiti sono tutti nostri grandi amici che hanno accettato volentieri di partecipare al nostro album. Morby (Domine) ha messo le seconde voci sul ritornello di ‘Snake’s Game’; sullo stesso pezzo Martin Khyn degli Eldritch ha suonato il basso con me sullo special; Terence Holler (Eldritch) ha cantato la seconda strofa con Francesco su ‘Declaration Of A Cheat’, infine Robert Lukather (fratello di Ross ndA) ha suonato il soprano sax sulla ballad ‘Memories’. Ci siamo molto divertiti a suonare con loro!”.

LA PRESENZA DI OLEG SMIRNOFF ALLE TASTIERE È DA CONSIDERARSI SOLO PER QUESTO DISCO?
“Oleg è un altro grande amico nonché ottimo musicista! Anche se non è ufficialmente nella band e credo che non prenderà parte ai concerti ha suonato su tutto il disco molto volentieri senza snaturare assolutamente il sound della band! E’ molto impegnato con gli altri gruppi in cui suona (Vision Divine, Death SS n.d.a.), ma penso che non si tirerà indietro per il prossimo album!”.

DOVE AVETE REGISTRATO IL DISCO E CHI HA CURATO LA PRODUZIONE?
“Il disco è stato registrato e mixato ai FP Recording Studios da Freddy Delirio (cantante degli H.A.R.E.M.). Siamo molto soddisfatti del risultato che si distacca un po’ dalle ultime uscite ‘asettiche’; abbiamo voluto dargli un suono più ‘rock’, più caldo e credo che ci siamo riusciti!”.

COSA HA PIANIFICATO LA METAL BLADE PER VOI?
“Non c’è ancora nessun programma, ma spero di suonare presto dal vivo per vedere di persona le reazioni dei fan, se ce ne saranno! Spero anche di far parte a qualche festival estivo, magari il GOM, anche alle sette del mattino per montare il palco (ride, ndA)!”.

VUOI LASCIARE UN MESSAGGIO AI NOSTRI LETTORI?
“Spero che il disco piaccia, anche se sicuramente non dirà niente di nuovo, e di non venire offeso ad ogni piè sospinto (ride, ndA)! Un saluto a tutti i vostri lettori, spero di vedervi a qualche concerto!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.