SILVERSTEIN – Nerd particolarmente metallici

Pubblicato il 13/10/2003 da


Una delle sorprese più interessanti di questo ricco 2003 musicale arriva dal Canada e si chiama Silverstein. La band è davvero giovanissima e, nonostante non sia composta proprio da truci metallari borchiati di tutto punto, riesce ad ammaliare ed esaltare, grazie al suo stile fresco ed intenso, ricco di cambi d’umore, ideale colonna sonora per una storia d’amore finita male. Se non avete paura di superare i ferrei confini dell’heavy metal, penetrando in un ibrido senza delineata forma, con il rischio di rimanere delusi, avvicinatevi pure senza titubanze alla musica dei Silverstein! L’intervista che segue cerca di presentarli nel migliore dei modi, pur essendo il nostro interlocutore, il drummer Paul Koehler, non certo un Cicerone…


CIAO PAUL, INNANZITUTTO DEVO FARVI I COMPLIMENTI! IL VOSTRO DISCO MI E’ PIACIUTO DAVVERO MOLTO! PUOI RIASSUMERCI BREVEMENTE LA VOSTRA STORIA?
“Dunque, ci siamo formati nell’aprile del 2000 e abbiamo all’attivo, oltre al debutto ‘When Broken Is Easily Fixed’, 2 EP: ‘Summer’s Stellar Gaze’ del 2000 e ‘When Shadows Beam’, grazie al quale abbiamo trovato i favori della Victory Records, firmando il contratto nello scorso ottobre. La line-up è composta da Shane Told alla voce, Josh Bradford e Neil Boshart alle chitarre (in precedenza, al posto di Neil, c’era Richard McWalter), Bill Hamilton al basso ed infine Paul Koehler, io, alla batteria”.

“WHEN BROKEN IS EASILY FIXED”, COME GIA’ DETTO,  E’ IL VOSTRO DEBUTTO. QUANTO TEMPO AVETE IMPIEGATO A COMPORLO? E COME NASCE, SOLITAMENTE, UN VOSTRO BRANO?
“Esatto, è il nostro primo album…ma andrebbe visto più come una compilation di song già relativamente vecchie, con l’aggiunta di qualche nuovo brano. La composizione, quindi, parte dalla nostra nascita fino ad arrivare al presente. Ogni canzone ha una propria vita: per alcune sono bastate due settimane di lavoro, mentre per altre sono passati addirittura mesi prima che ogni tassello andasse a posto, prima che i cambiamenti soddisfassero tutti”.

LA VOSTRA MUSICA ASSORBE DIVERSI STILI: PUNK, HARDCORE, METAL MELODICO (IRON MAIDEN). E’ DIFFICILE RIUSCIRE A FAR SPOSARE TUTTE LE VOSTRE INFLUENZE O E’ QUALCOSA CHE AVVIENE IN MODO SPONTANEO?
“Anche noi, usualmente, ci etichettiamo come un gruppo che cerca di unire diversi generi musicali, ma lo facciamo solo per dare un’indicazione, per descrivere a sommi capi ciò che suoniamo. Tutto ciò che senti viene direttamente dal nostro background musicale, è l’unione delle nostre peculiarità che avviene senza forzature”.

QUALE PARTE DEL VOSTRO SOUND PENSI SIA PIU’ IMPORTANTE? QUALE CARATTERISTICA DEI SILVERSTEIN NON CAMBIERESTI PER NESSUN MOTIVO?
“E’ difficile rispondere a questa domanda, non sono in grado di scegliere in maniera precisa un singolo elemento. Forse ciò che maggiormente mi preme non perdere è la dinamica con cui si evolvono i nostri pezzi, e che rende i Silverstein una band unica”.

C’E’ UNA SONG CHE RITIENI PIU’ RAPPRESENTATIVA DI ALTRE ALL’INTERNO DELL’ALBUM?
“Mah, se devo dirti un titolo, citerei ‘November’…mi sembra un ottimo esempio per rendersi conto immediatamente di quello che suonano i Silverstein”.

HO TROVATO L’ALBUM PARTICOLARMENTE EMOZIONALE, PREGNO DI RABBIA, MALINCONIA, TRISTEZZA E AMARE RIFLESSIONI SULL’AMORE. CHE COSA VI FORNISCE L’ISPIRAZIONE?
“La vita in generale, con i suoi alti e bassi…esperienze ed incontri di cui ognuno è protagonista nel corso degli anni (grazie per la risposta originale, nda)”.

LE PARTITURE DI VIOLINO SONO DAVVERO INTERESSANTI. QUAL E’ IL LORO SCOPO?
“Il violino riesce a catturare, con il suo suono, un feeling ed emozioni particolarmente profondi, non ben riproducibili con i convenzionali strumenti rock. Tramite il suo utilizzo, pensiamo di raggiungere, inoltre, un nostro ben definito, unico trademark”.

SHANE HA UNA VOCE STUPENDA. IL DOPPIO CANTATO (CLEAN/SCREAMING) DONA PASSIONE E DRAMMATICITA’ ALLA VOSTRA MUSICA. COSA NE PENSI?
“Penso tu abbia ragione…è un altro particolare della dinamica delle nostre song”.

ARGOMENTO LYRICS: PARLANO ESCLUSIVAMENTE DI AMORE E FRUSTRAZIONE. E’ UNA SORTA DI CONCEPT O E’ SOLO QUELLO DI CUI VI GARBA PARLARE?
“I testi sono tutti opera di Shane. Non me ne volere, ma penso che sia lui a poterne e doverne parlare”.

PASSIAMO AD ALTRO…HO APPREZZATO MOLTO ANCHE L’ARTWORK DELL’ALBUM. LA SCELTA DEL ROBOT COME PROTAGONISTA E’ CHIARAMENTE METAFORICA, VERO?
“Sì, penso si possa vedere il robot che si strappa il cuore come metafora della nostra vita, a volte somigliante ad un ottovolante, proprio come la nostra musica. Anche i testi sono correlati, certo, ma preferirei non addentrarmi troppo nell’argomento, essendo molto personali”.

HO SCOPERTO CHE AVETE SCELTO DI CHIAMARVI SILVERSTEIN, IN ONORE DI UN FAMOSO SCRITTORE PER BAMBINI. COME MAI QUESTA SCELTA?
“Leggendo i suoi lavori, tutti noi abbiamo riscontrato una sorta di saggezza ed unicità che ci ha colpito molto e ci ha fatto accomunare la nostra arte alla sua. Cerchiamo di trasmettere le stesse emozioni attraverso due forme diverse di comunicazione”.

NON RIESCO AD IMMAGINARE IL VOSTRO FAN IDEALE: SIETE TROPPO PUNK PER OTTENERE PIENO CONSENSO DAI METAL KIDS E TROPPO SERIOSI PER POTER VENIR PARAGONATI A GENTE COME, AD ESEMPIO, I BLINK 182. COSA NE PENSI?
“Mi piacerebbe riuscire a non pensare ad un nostro fan ideale! Non mi interessa piacere a questa o quella schiera di fan. Nella nostra musica coesistono vari generi e credo che essa sia in grado di risultare piacevole a molte persone, e forse di trascinare qualche ascoltatore verso lidi prima inesplorati”.

MI DICI QUALI SONO LE TUE METAL BAND PREFERITE?
“Questa volta credo di rispondere a nome di tutti: Metallica, Slayer e Dillinger Escape Plan!”.

LA VOSTRA ATTIVITA’ LIVE COME PROCEDE?
“Bene, direi. Siamo appena rientrati da una tournée negli Stati Uniti, dove però abbiamo dovuto cancellare alcuni show per problemi al tourbus prima e malattie varie poi. Questo mese gireremo il nostro paese e speriamo di poter suonare il più possibile”.

BENE PAUL, TI RINGRAZIO PER LA DISPONIBILITA’. UN PENSIERO FINALE PER I NAVIGANTI ALLA LETTURA…
“Grazie a Metalitalia.com, e venite a consultare il sito www.silversteinmusic.com per ogni novità riguardante i Silverstein! Ciao!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.