CHOOSING DEATH – The Improbable History Of Death Metal & Grindcore (Rivisited and Expanded Edition)

Pubblicato il 27/02/2017 da

Qualcuno tra gli appassionati della sezione libri, e in particolare del metal più estremo, a vedere nuovamente il titolo “Choosing Death” potrebbe avere un sussulto. Questa opera è infatti una sorta di Bibbia per tutti gli appassionati della scena estrema e, perché no, della musica in generale. Oggi questo libro, probabilmente grazie al suo ampio e riconosciuto successo, rivive una seconda giovinezza ed esce in questa versione rivisitata e ampliata (per ora soltanto in lingua inglese) tramite la Bazillion Points Books.

Curato tramite una serie di interviste raccolte dal giornalista musicale Albert Mudrian nel corso della sua carriera giornalistica – ricordiamo che Albert è la storica penna della rivista Decibel – “Choosing Death” ripercorre la nascita e la crescita del grindcore (avvenuta principalmente in Inghilterra, grazie a gruppi come Napalm Death e Carcass) e del death metal, curando sia la scena svedese che quella degli Stati Uniti. Non ci stanchiamo di certo di rimarcare l’importanza di questo libro, e la qualità dei contenuti di queste pagine; scorrendo le pagine è facile diventare un po’ tutti nostalgici, in quanto viene colta l’essenza e la magica atmosfera di quegli anni, in cui i gruppi si scoprivano tramite il tape trading, quando non esistevano tutti i mezzi di comunicazione di oggi e per scoprire una nuova realtà musicale l’ascoltatore, o il musicista, doveva proprio andare a cercarla negli scantinati delle garage band. La prima versione di “Choosing Death” terminava con una carrellata – abbastanza generica per la verità – sui gruppi più moderni della scena extreme metal. Questa riedizione è perfettamente identica nella sua parte principali: ovvero nei dodici capitoli che componevano la vecchia edizione. In aggiunta troviamo oggi una decina di pagine di foto e piccoli cimeli degli anni ’80 e ’90, nonché due capitoli nuovi di zecca. Questi ultimi vanno a trattare, sia il ‘fenomeno’ delle reunion attuate da molte band, scioltesi tra la metà e la fine degli anni ’90 e riunitesi pian piano verso la fine del primo decennio del 2000 (per citare qualche nome: Carcass, At The Gates, Atheist, Gorguts ecc. ecc.), poi viene fatta una nuova panoramica su quella che è la scena attuale e il suo stato di forma tra nuovi gruppi che emergono (Death Breath, Nails, Morbus Chron, Portal, Horrendous…) e side project vari dei personaggi storici della scena (Obscura, Bloodbath ecc.). Infine nella sezione finale della “Discografia Essenziale” ovviamente sono stati aggiunti diversi album dal 2006 al 2016 più alcune raccolte di demo rieditati da etichette discografiche nel corso di questi ultimi anni.

Avrete capito che se siete amanti della musica estrema questo è un libro assolutamente da avere, se avete dimestichezza con la lingua – tenete presente che se anche non avete un livello di conoscenza linguistica inglese eccelso, il libro è comunque abbastanza comprensibile – potete (dovete?) farlo vostro. Se invece eravate già in possesso della precedente edizione (uscita anche tradotta in italiano tramite la Tsunami nel 2009), francamente non crediamo che valga la pena di acquistare questa nuova che aggiunge poco o nulla di realmente interessante rispetto ai già citati ottimi contenuti della vecchia stampa.

“CHOOSING DEATH –  The Improbable History Of Death Metal & Grindcore (Rivisited and Expanded Edition)”
Autore: Albert Mudrian
Anno: 2017
Pubblicato da: Bazillion Points Book
Pagine: 381

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.