DOOM METAL LEXICANUM

Pubblicato il 27/03/2018 da

Alexsey Evdokimov, oltre ad essere un fanatico totale del doom metal e dei suoi derivati, è un giornalista conosciuto nell’ambiente che vanta un sacco di collaborazioni su media come doom-metal.com, Temple Of Perdition, No Clean Singing, Outlaws Of The Sun, InRock ed anche la rivista italiana Fire. Unendo la passione per un genere di culto al fatto che effettivamente al giorno d’oggi manca un vero ed esaustivo compendio su doom, stoner e famiglia, lo scrittore russo ha avuto l’idea di scrivere questo “Doom Metal Lexicanum”, un imponente tomo, un grimorio musicale se vogliamo, in formato largo di oltre trecento pagine e contenente qualcosa come quattrocento foto. Per realizzare quest’imponente opera Alexsey Evdokimov ha chiamato in aiuto alcuni colleghi: Mike Liassides (doom-metal.com), Tana Haugo Kawahara (Eternal Elysium), Albert Witchfinder (Reverend Bizarre) e  Dayal Patterson (Cult Never Dies, Metal Hammer, Decibel).

Innanzitutto dobbiamo fare i complimenti per la scelta della copertina, ad opera del famoso artista black/doom David Thierree, che ha saputo cogliere in pieno la filosofia di questa pubblicazione. Entrando nello specifico del libro, dopo gli articoli introduttivi di Alexsey e dei suoi collaboratori, seguono un paio di pagine in cui si cerca di dare un’introduzione su cosa sia il doom metal. Sono circa trecentosessanta le band schedate (e ordinate in rigoroso ordine alfabetico) e tutte ovviamente ruotano attorno al Pianeta Doom/Stoner e derivati. Tra i gruppi trattati spiccano nomi come Cathedral, Candlemass, Solitude Aeternus, Saint Vitus, Pagan Altar e molti altri, famosi e meno famosi. Nel “Doom Metal Lexicanum” tutte queste band vengono degnamente presentate. Interviste, articoli a tema, foto molto interessanti ed ovviamente una discografia selezionata dal buon Alexsey cercano di offrire una panoramica a trecentosessanta gradi sugli esponenti più interessanti di questo genere musicali. Non sappiamo quali siano stati i parametri con cui l’autore ha scelto i nomi da includere sul suo libro, forse Evdokimov ha voluto privilegiare gruppi con cui ha avuto a che fare in modo più corposo e personale, con interviste ad esempio. Ci poniamo questo dubbio perché sul tomo sono stati (all’apparenza) inspiegabilmente esclusi alcuni nomi, anche giovani della scena, ma molto in auge. Gli Orchid e gli Uncle Acid & The Deadbeats ad esempio fanno parte dei grandi assenti (seppur vengano citati in altre schede). E’ ovvio e inutile ribadire che in un sottobosco comunque folto come quello del doom, qualche rinuncia vada fatta perché in caso contrario servirebbero migliaia di pagine e anni su anni di lavoro per catalogare tutto, certo alcune scelte sono discutibili (ma fa parte del gioco, no?). Di positivo c’è che l’Italia viene citata con gruppi come i Satori Junk, i Sepulchral Void, i Sidhe, Abyslam Grief, Arcana 13, The Black e molti altri. Non è finita, tra le chicche di questo libro vanno menzionate una bella intervista con Lee Dorrian dei Cathedral, un articolo a cura di Sami ‘Albert Witchfinder’ Hynninen dei Reverend Bizzarre sulla stregoneria e ben otto pagine dedicate allo scrittore H.P. Lovecraft ed alla sua influenza nei confronti del doom metal. Insomma, un corposo tomo con dentro tantissimo materiale che farà la gioia dei fanatici del doom.

In conclusione, è tutto rose e fiori? No, il punto più ostico di questo libro ovviamente è la lingua, perché “Doom Metal Lexicanum” è reperibile unicamente in inglese. La scrittura non appare esageratamente difficile, ma nemmeno ad un livello base, per cui serve un minimo di padronanza dell’inglese per apprezzare a dovere gli articoli e le schede pubblicate. Anche considerata qualche esclusione importante, consigliamo a tutti la lettura di un libro che offre diversi spunti interessanti e, perché no, la possibilità di conoscere qualche nome nuovo della scena o approfondire i più vecchi dinosauri che il doom l’hanno portato al massimo splendore.

DOOM METAL LEXICANUM
Autore: Alexsey Evdokimov
Anno: 2017
Pubblicato da: Cult Never Dies/Crypt Productions
Pagine: 298

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.