FOR THE SAKE OF HEAVINESS

Pubblicato il 27/08/2017 da

La neonata divisione libri del colosso musicale BMG dà alle stampe questa biografia di Brian Slagel, scritta a quattro mani dallo stesso fondatore della Metal Blade e da Mark Eglinton, già autore delle recenti biografie di James Hetfield, Rex Brown e Nergal – quest’ultima l’unica ad aver avuto anche una ben curata edizione italiana. Il titolo scelto ricalca un noto pezzo degli Armored Saint, band non a caso scoperta e rilanciata dopo la (breve) fase su major proprio da Slagel, eterno amico dei losangelini.

La narrazione si apre con un adolescente che, assieme ad amici come Lars Ulrich (autore anche della prefazione), viene folgorato dai primi vagiti di puro heavy metal e tra tapetrading, visite febbrili ai negozi di musica di Los Angeles, fanzine e un divertente viaggio a Londra a caccia di dischi e concerti, si avvicina a fare della sua passione un lavoro. Dapprima e per diversi anni quale tuttofare della sua etichetta, con ancora sede nel garage della madre, poi – col passare degli anni e la crescita del roster – come imprenditore che non ha però mai scordato  cosa lo muove nel profondo. E se questo prevalere dell’amore per la musica rispetto al business può sembrare il più scontato cliché a beneficio di una biografia agiografica, la lunga lista di interviste presenti lo conferma senza dubbio; da Joey Vera a Lizzy Borden, passando per James Hetfield e King Diamond, non c’è artista o collaboratore che sia transitato dalla Metal Blade che non sottolinei come, a tutt’oggi, Brian sia sempre a caccia di nuova musica e pronto a perdere anche denaro pur di poter pubblicare gli album delle band che ama. E a trattare tutti come i membri di una famiglia. Gli aneddoti divertenti, o commoventi per i più anziani di noi – che possono rivedere molte dinamiche della loro formazione musicale – abbondano, ma che colpisce particolarmente di questo “For The Sake Of Heaviness”, oltre alla scorrevolezza della lettura, è come non servano festini a base di cocaina ed escort per eccitare le nostre fantasie di metallaro, anzi: l’esaltante successo di un ragazzino appassionato che diventa un riferimento del genere con il suo lavoro dietro le quinte colpisce altrettanto, se non di più.

Per i più pigri dei nostri lettori, o meno avvezzi alla lingua inglese, speriamo nella volontà di qualche casa editrice italiana (Tsunami è in ascolto?) di offrire una biografia davvero piacevole, candida e in grado di offrire una cavalcata a tratti persino  romantica attraverso trentacinque anni di storia del nostro genere musicale preferito; con il valore aggiunto, appunto, di un occhio diverso dalla ‘solita’ rockstar.

 

“FOR THE SAKE OF HEAVINESS”
Autori: Brian Slagel e Mark Eglinton
Anno: 2017
Pubblicato da: BMG Books
Pagine: 192

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.