KILLING JOKE: Are You Receiving?

Pubblicato il 11/04/2021 da

Per buona parte della vita della band, la storia dei Killing Joke è stata tramandata solo in forma orale; coerentemente, di fondo, all’approccio sciamanico che li contraddistingue da sempre. Negli ultimi anni qualcosa è cambiato, e oltre ad autoproduzioni che collazionavano interviste già edite o testimonianze dei Gatherers (cioè i fan hardcore del quartetto inglese), abbiamo avuto modo di leggere lo zibaldone biografico-esoterico di Jaz Coleman in persona (“In Cythera”), di trovare sugli scaffali il sontuoso “A Propecy Fulfilled”, una storia orale e fotografica in grande formato, o il visivamente imperdibile percorso per immagini di “Twilight Of The Mortals”. Sull’onda di questo evidente interesse, tocca ora alla biografia di Jyrky ‘Spider’ Hämäläinen, giornalista finlandese e firma di Vive Le Rock, che negli anni ha pazientemente raccolto interviste coi protagonisti e personaggi a loro vicini.

Jyrky non fa nulla per nascondere il suo culto per la band, un’arma a doppio taglio per approcciarli, come lui stesso confessa scherzosamente in un paio di punti del libro (e come può confermare anche chi vi scrive, a ben vedere…), che tuttavia gli ha permesso nel tempo di creare un rapporto di consuetudine e piuttosto diretto. Con il risultato che, se i primi capitoli, cioè quelli dedicati alla formazione della band e a gli esordi, stentano a decollare quanto a a prosa ed episodi descritti, il libro diventa decisamente interessante man mano che le fonti su cui si basa diventano più dirette. Lo stile, certo, lo definiremmo ‘finlandese’: scarno, con frasi veloci e pochissimo editing sulle interviste riportate, cosa apprezzabile per ricreare l’idea di una voce in presa diretta, ma che talvolta rende difficile seguire appieno il filo logico di quanto riportato. Così come, in una biografia pur esaustiva e ricca anche di dettagli poco noti, si nota una certa cesura netta tra i capitoli, cadenzati sui diversi album pubblicati dalla band, e quindi con evidenti salti temporali, specie quando passano anni tra un disco e l’altro. O ancora, le attività parallele dei vari membri vengano trattate in poche righe o ignorate, ma evidentemente è stata una scelta voluta. Ed è comunque rispettabile come il gossip e la vita privata dei membri dei Killing Joke, fatti salvi gli inevitabili riferimenti a dipendenze e matrimoni, resti nel complesso fuori dalla loro storia musicale, già di per sé larger than life, come si suol dire. E infatti presente in toto, con racconti dagli studi di registrazione, interviste a tutti i membri presenti e passati, ai loro produttori (ma non chiamateli così, come scoprirete leggendo), ad amici musicisti e a nemici giornalisti – e torniamo al tema iniziale e molto noto del pessimo rapporto dei KJ con i media.

La lettura è nel complesso piacevole e agevole, in un inglese decisamente accessibile, irrinunciabile per chiunque ami questa band seminale, o voglia capire quanto influenti siano e siano stati per centinaia di band e decine di migliaia di fan. Sia per la loro musica che per la costante attenzione ai temi sociali, politici e culturali del nostro mondo.

  • Autore: Jyrky
  • Anno: 2020
  • Pubblicato da: New Haven Publishing
  • Pagine: 204
  • Prezzo: 15,99£

Acquista il libro su Amazon

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.