L’ARMONIA DEGLI OPPOSTI

Pubblicato il 24/08/2018 da

Se ogni libro è un racconto, una biografia è il racconto di un percorso, di un evoluzione e di una crescita riportato in maniera più o meno romanzata dal suo scrittore e creatore. Nel caso di “L’Armonia Degli Opposti”, opera scritta a quattro mani dallo stesso James Maynard Keenan e l’amica di una vita Sarah Jensen, questo paradigma appare chiaro, lapalissiano, vera ed unica radice che collega le vicende emotive, artistiche ed umane del protagonista di questo racconto. Preso nel suo complesso, il libro si rivela come un delicato e spassionato tentativo di descrivere uno spaccato di vita vissuta e le sue scelte, i suoi improbabili colpi di scena ed i risultati ottenuti con anni di studio e di osservazione, del Se come del resto del mondo circostante.

Salito alle cronache quale cantante del gruppo sperimentale e pioneristico dei Tool prima, e di A Perfect Circle e Puscifer poi, si scopre in realtà una personalità di Keenan complessa e stratificata, parimenti debitrice degli effetti che le varie vicende della vita hanno segnato sul suo carattere riflessivo e sardonico: prima della fama e delle vendite da capogiro come musicista, Keenan descrive il rigore metodico degli anni come militare, così come l’intenso periodo di attività artistica della Los Angeles di finne anni Ottanta, un conglomerato che porterà alla creazione di formazioni fondamentali per il decennio musicale successivo e a cui prende parte lo stesso Keenan, incanalando infine la sua talentuosa estrosità nelle liriche e nel concept mirabolante alla base dei Tool. Schivo nella gestione di un rapporto con il suo pubblico, ma assolutamente rispettoso circa il loro peso ed il loro valore per la sua musica, Keenan descrive anni di ricerca e metamorfosi, anni di traslochi che lo porteranno a girare l’America in lungo e largo nel corso della vita, così come alla ricerca di un sublime legame verso la cornice della tela, il contenitore di tutte le storie che vanno ad intrecciarsi in una sola ed unica vita. Momenti di sconforto e di trionfo si alternano in una narrazione che trascende spesso il personale e tenta di trovare un filo rosso con lo stesso vissuto del lettore, ponendosi di fatto con un messaggio di esortazione a raggiungere con determinazione i propri obbiettivi passando attraverso i percorsi più oscuri e remoti, se necessario.

Se cercate esilaranti e succulente gag da palcoscenico o piccanti momenti del retroscena, potreste rimanere interdetti nel trovarvi di fronte ad un libro più composito, pacato, meno sconvolgente del classico racconto sex’n’roll, ma allo stesso tempo profondamente più intimo ed urgente. Caos e caso si fondono nella vorticosa narrazione di Keenan, che conclude in un finale dedicato al suo amore per il vino, sua moglie ed i suoi figli, prodotti della Terra ed essenza primordiale delle suggestioni e delle emozioni che formano un carattere artistico così mutevole, poliedrico e pungente.

L’ARMONIA DEGLI OPPOSTI
Autore: Maynard James Keenan, Sarah Jensen
Anno:2018
Pubblicato da: Tsunami Edizioni
Pagine: 312

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.