MURDER IN THE FRONT ROW – Shots From the Bay Area Thrash Metal Epicenter

Pubblicato il 23/03/2014 da

murder in the front row - copertina - 2011

Oggi Metallica, Megadeth e Slayer sono tra le potenze assolute del panorama metal e nel caso dei Metallica, con le loro centinaia di milioni di copie vendute, della musica in generale. C’è stato però un momento in cui tutto era allo stato embrionale e i membri di queste band, e di altre come Exodus, Death Angel, Anthrax, Heathen e Possessed, erano teenager o poco più, ben lontani dal successo che avrebbero poi raggiunto. Erano i primi anni ’80 e il metal si stava incrociando con il punk per dare vita ad un mix esplosivo che sarebbe diventato il thrash metal. In questa veloce e turbolenta gestazione, che in buona parte si tenne nella zona della Bay Area di San Francisco, di uno dei sottogeneri del metal più significativi in assoluto e che avrebbe poi avuto un impatto deflagrante sul modo di coincepire la musica estrema e i live show, i protagonisti oltre alle band sono stati anche i fan, i gestori dei piccoli locali che per primi diedero modo, a loro rischio e pericolo, di esprimersi a queste giovani formazioni, i vari addetti ai lavori che videro in tali gruppi un potenziale incredibile e non ultimi, i primissimi reporter che seguirono la scena sin dall’inizio.
Harald Oimoen e Brian Lew, i due autori di questa eccezionale opera scritta e soprattutto fotografica, non solo erano presenti in prima linea sin da quei tempi così lontani ma erano anche a strettissimo contatto con le band. Amici di Metallica e Megadeth al punto da respirarne la stessa aria, condividere bevute, feste e i primi seminali live show. I due all’epoca ragazzi erano anche dei bravi fotografi che, come loro stessi ammettono, raccolsero una quantità enorme di materiale fotografico per proprio diletto, senza avere la minima idea di cosa sarebbero diventate negli anni a venire quelle band di loro coetanei. Ed ecco dunque, tre decadi dopo, questo imponente libro con duecentosettanta pagine di foto a colori in ottima qualità di band della Bay Area e non, in cui ritroviamo ad esempio dei Metallica sbarbati con Dave Mustaine alla chitarra, dei riottosi Exodus con il folle Paul Baloff alla voce, Megadeth con Kerry King alla chitarra, Death Angel poco più che bambini, Legacy che poi sarebbero diventati Testament e via dicendo, per una documentazione visiva a dir poco unica. Le immagini, che immortalano sia adrenaliniche scene live che deliri alcolici di backstage, sono corredate di introduzioni, ricordi e riflessioni in lingua inglese da parte dei due autori ma anche di artisti quali Robb Flynn dei Machine Head, Alex Skolnick dei Testament e Gary Holt di Exodus e Slayer.
“Murder In The Front Row” è dunque un bellissimo documento che ci regala un inedito scorcio su una scena che la stragrande maggioranza di noi italiani, per ovvi motivi di lontananza geografica o di età, non ha potuto vivere in prima persona e che ci permette di dare uno sguardo alla vera atmosfera e al contesto in cui un genere come il thrash metal è nato e cresciuto nei suoi primissimi anni.

MURDER IN THE FRONT ROW: Shots From the Bay Area Thrash Metal Epicenter
Autori: Harald Oimoen e Brian Lew
Anno: 2011
Pubblicato da: Bazillion Points (www.bazillionpoints.com)
Pagine: 272
Lingua: inglese

  • Anno: 2011
  • Pubblicato da: Bazillion Points
  • Pagine: 272
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.