OZZY OSBOURNE: ‘I Am Ozzy’ – L’autobiografia

Pubblicato il 01/07/2010 da

Recensione a cura di: Alessandro Corno

Si dice che abbia staccato la testa con un morso ad un pipistrello, che abbia assunto per decenni le più svariate droghe oltre i limiti dell’umanamente possibile o che si sia ubriacato anche ad una cena con George W. Bush. Si dicono tante cose, tante leggende su Ozzy Osbourne, tanti aneddoti che stando alla sua qui presente autobiografia sarebbero non solo veri, ma soltanto dettagli della vita di eccessi di uno dei frontman più carismatici che la musica rock e heavy abbia mai avuto. Scritto con la collaborazione dell’autore Chris Ayres, al quale è spettato il duro compito di mettere assieme le memorie non proprio lineari dell’ora sessantenne Ozzy, il libro racconta con ordine cronologico la vita di un personaggio chiave e assolutamente unico nel mondo della musica. Nato nel 1948 da famiglia povera ad Aston, cittadina dell’inghilterra industriale, John Michael Osbourne è un ragazzino dislessico incapace di leggere un testo o stare attento alle lezioni scolastiche per più di cinque minuti. Preso in giro da tutti e sempre protagonista di fatti a dir poco ridicoli, Ozzy riesce a farsi licenziare ovunque vada a lavorare e addirittura a finire in carcere per aver rubato dei vestiti in un negozio. Quello che però nemmeno lui sa, è il talento che nasconde questo ragazzo apparentemente destinato ad una vita di miserie. Tutto cambia quando decide di spacciarsi  per cantante e un bel giorno la fortuna bussa alla sua porta. Sono i futuri Black Sabbath, Tony Iommi e Bill Ward che decidono di dagli una chance. Nasce così, dapprima sotto il nome di Earth, quella band a cui viene attribuito il merito di aver inventato l’heavy metal e ha inizio la leggenda di Ozzy Osbourne. Da lì in poi, la strada, inizialmente non priva di ostacoli, porterà la band e lui stesso al successo mondiale e all’ingresso nella storia del rock. Questa biografia ci presenta in prima persona i fatti pincipali, i retroscena, i racconti folli e i drammi della vita di Ozzy. Nel corso dell’opera vi capiterà di leggere della travagliata infanzia del cantante, di come i dischi più famosi dei Black Sabbath siano nati, di come la fortuna abbia giocato un ruolo fondamentale nell’ascesa della band e del personaggio di Ozzy, della vita privata al limite tra follia e comica di un uomo costantemente sotto effetto di stupefacenti o alcol, della rottura con la sua band e l’inizio di una carriera solista ancorpiù ricca di successi, sino alla fama definitiva raggiunta con il reality “The Osbournes”. E ancora: i tour con Black Sabbath, la sua cacciata dalla band e successive reunion, la nascita del gruppo solista, le sue due famiglie, prima con Thelma e poi con Sharon, il ruolo fondamentale di quest’ultima nella sua carriera, la tragica morte di Randy Rhoads, la devastazione fisica che lo porta più di una volta ad un passo dalla morte e un sacco di altre vicende, curiosità e foto esclusive. La lettura è estremamente divertente e scorrevole, anche nella versione originale inglese a cui ci riferiamo in questo articolo, e la risata è assicurata anche solo dal modo grottesco,  scherzosamente volgare e spesso puramente comico con cui Ozzy narra i fatti. Fondamentale ovviamente per i fan di Ozzy e Black Sabbath, “I Am Ozzy” è un’opera eccezionale che ogni rocker, ogni amante della musica heavy dovrebbe leggere. Una testimonianza che resterà per sempre, nel bene e nel male, un punto di riferimento per le presenti e future generazioni di musicisti e fan.

EDIZIONE INGLESE
Titolo: I Am Ozzy
Autori: Ozzy Osbourne e  Chris Ayres
Casa Editrice: Sphere
Pagine: 416

EDIZIONE ITALIANA
Titolo: Io Sono Ozzy
Autori: Ozzy Osbourne e  Chris Ayres
Casa Editrice: Arcana Edizioni
Pagine: 450

 

  • Anno: 2009
  • Pubblicato da: Arcana Edizioni
  • Pagine: 450
5 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.