ROCK IS DEAD

Pubblicato il 27/06/2017 da

Il libro prende il suo titolo e buona parte dei contenuti dall’omonima trasmissione condotta su Radio Popolare dagli stessi autori. Federico Traversa (alias F.T. Sandman) e Epìsch Porzioni sono giornalisti e amanti di musica sinceri, appassionati e dai gusti decisamente variegati, che provano in questo caso un approccio che è insieme scherzosa indagine e racconto.

Ben sessantadue morti celebri vengono narrate e analizzate nel corposo volume, sempre senza toni troppo seriosi, con la giusta sintesi, non senza qualche leggerezza o errore, francamente; l’approccio da metallari estremi (leggasi: fanatici nozionisti) non ci permette di tacere qualche svista di troppo nelle schede dedicate ai personaggi legati alla ‘nostra’ scena, in primis Euronymous, che non compare nemmeno in copertina, misteriosamente sostituito da una foto d’antan di Fenriz. Ma se sottolineiamo questi punti a sfavore, è in realtà per invitarvi a godere di questa lettura con lo spirito con cui è nata: una narrazione radiofonica, quindi orale, volutamente leggera e accattivante, che ci permette di porci domande o ci spinge ad approfondire tanto la vita quanto la morte (soprattutto!) o l’intera opera di musicisti più o meno maledetti che vanno da Niccolò Paganini a Notorius B.I.G. Approfittate anzi della varietà della proposta per crearvi una playlist contenente tutti gli artisti, ovviamente prediligendo canzoni dedicate al Tristo Mietitore.

Il lavoro qui proposto, insomma, è una gradevole lettura da divano o comodino, che scorre senza pretese da inchiesta: due amici appassionati di musica discutono amabilmente di fini misteriose di personaggi celebri, quante volte l’abbiamo fatto anche noi? In questo caso, meglio se la lettura non coincide con pillole, alcol in quantità eccessiva o altre sostanze – sia mai che un perverso spirito di emulazione si impossessi di voi.

 

“ROCK IS DEAD”
Autori: F.T. Sandman e Epìsch Porzioni
Anno: 2017
Pubblicato da: Chinaski Edizioni
Pagine: 350

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.