SKANNERS – Eins, Zwei, Drei, Metal Party

Pubblicato il 19/02/2014 da

skanners - eins zwei drei metal party - 2014

Ci sono poche band che possano vantare ben trent’anni di continuità e grande rispetto da parte di critici, musicisti e fan. Tra questi troviamo sicuramente i bolzanini Skanners, un gruppo che ha saputo tenere alta la bandiera del metal classico tricolore negli anni ottanta e che tuttora continua in una marcia che pare inarrestabile. Dall’incontro tra il chitarrista Fabio Tenca e il cantante Claudio Pisoni nel lontano 1981 nasce una creatura che grazie a due album spettacolari come “Dirty Armada” e “Pictures Of War” è in quegli anni – almeno dal punto di vista qualitativo, non certo da quello della notorietà – in grado di tenere testa ai grandi nomi europei. La loro è una partenza dal basso, da una saletta prove ricavata in un locale sotto alla chiesa di Oltrisarco, circoscrizione di Bolzano non a caso caratterizzata dalla presenza di impianti siderurgici. Qui la band muove i suoi primissimi passi e imbocca una strada che li porta alla pubblicazione per la major CGD del primo dei due sopra citati lavori in studio, a tenere concerti in Italia, Germania, Austria, fino alla partecipazione all’Heavy Metal Festival di Bologna nel 1986 con Motorhead, Twisted Sister, Vanadium e Crying Steel. In seguito, i primi problemi in formazione, che ad ogni modo vengono messi in secondo piano con l’uscita del grandioso “Pictures Of War”, l’assorbimento dell’etichetta da parte della Warner e le ingiuste accuse di pay to play bloccano per sempre l’ascesa del gruppo verso quei lidi già così difficilmente raggiungibili da una band italiana. Il resto è la storia di una formazione che non ha ceduto alle difficoltà, col tempo si è rinnovata, ha guardato avanti ed è arrivata sino ai giorni nostri.
“Eins, Zwei, Drei, Metal Party” è il racconto di tutte queste vicissitudini a cura di Sergio Nardelli, coadiuvato dal collega della webzine Truemetal.it, Stefano “Steven Rich” Ricetti. Accompagnato dal documentario biografico in DVD ricco di filmati d’epoca, “Their Street Of Metal”, il libro è anche l’ultima testimonianza che il suo principale autore ci ha lasciato. Nardelli si è infatti prematuramente spento a causa di un infarto nell’estate 2013. Era un grande appassionato di heavy metal e un fedelissimo fan degli Skanners, per i quali nutriva una passione sconfinata.
Per questo, se il libro da un lato narra i fatti con un entusiasmo a volte eccessivo, rafforzato da celebrazioni e giudizi positivi in certi casi un po’ troppo forti e non certo super partes, dall’altro presenta una descrizione talmente meticolosa e ricca di particolari che risulta quasi incredibile pensare che sia stato possibile raccogliere in un’opera di 180 pagine un tal numero di informazioni e dettagli. A questo si aggiunga una miriade di commenti, aneddoti, retroscena e testimonianze, raccontati direttamente dai membri della band e altri addetti ai lavori che vanno ad arricchire ulteriormente il tutto e a rendere la lettura più scorrevole, coinvolgente e a creare un senso di vicinanza tra il lettore e le vicende narrate.
Non stiamo dunque parlando di un libro scritto da un biografo qualsiasi, ma di un lavoro nel bene e nel male fortemente influenzato dai ricordi e dai pensieri di un fan che ha seguito la band per anni e anni dalle prime file dei concerti, che ha respirato la stessa aria e ha condiviso con essa glorie e difficoltà. “Eins, Zwei, Drei, Metal Party” è un’opera dunque fondamentale per i fan degli Skanners e la cui sintesi, taglio e giudizio migliori sono deducibili dalle parole che lo stesso autore utilizza nella parte introduttiva:

“E’ la storia di una band, fatta di sentimenti, umori, sbagli, vittorie, sconfitte, abbracci e incazzature e poi date, viaggi, notti insonni, ostacoli, feste e concerti, in un caleidoscopio di luci e suoni senza fine. E’ la storia di chi da una vita porta dentro la passione per una musica, l’heavy metal, una musica, una lingua, uno stile di vita e, orgogliosamente, una marcia in più!”

 

SKANNERS – “Eins Zwei Drei Metal Party”
autori: Sergio Nardelli e Stefano Ricetti
pubblicato da: Crac Edizioni
pagine: 186

  • Anno: 2013
  • Pubblicato da: Crac Edizioni
  • Pagine: 186
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.