11/02/2012 - Cripple Bastards + Svetlanas + Ofu @ Twiggy Club - Varese

Pubblicato il 18/02/2012 da

Non capita tutti i giorni di assistere ad un evento musicale “sotto casa”, soprattutto se pensiamo ad una provincia sonnacchiosa e fuori mano come quella di Varese, avulsa da qualsiasi tradizione concertistica heavy metal – figuratevi grindcore – di spessore. E’ con immenso piacere, quindi, che ci dirigiamo al Twiggy – storico centro sociale della città – per assistere allo show dei leggendari hate-corers Cripple Bastards, spalleggiati da Ofu e Svetlanas. Il locale si presenta nel migliore dei modi, con una sala concerti di discrete dimensioni e – pensate – un piccolo cinema dedicato alla proiezione di pellicole horror/splatter degli anni 70′ e 80′. Una manna a cui promettiamo, un giorno o l’altro, di partecipare. Ma passiamo alla musica…

OFU

Spetta agli Ofu, quintetto comasco dedito ad un hardcore “a tutto tondo”, inaugurare la serata del “St.Valentine’s Day Massacre”, prendendo possesso dello stage per una trentina di minuti. Anche se priva di particolari sussulti, abbiamo poco da obiettare alla loro performance, sufficientemente energica da intrattenere un pubblico recatosi al locale per altri motivi. Come inizio non c’è male, ma è chiaro che la giovane età e l’inesperienza si facciano sentire, specie se pensiamo all’ironia, abbastanza spiccia, con la quale vengono introdotte la varie “Zeno” o “L’Uomo Caramella”. Pollice su, ma con alcune riserve.

SVETLANAS

Che dire, invece, dei “punkers” Svetlanas? Tutto, a partire dagli sconclusionati atteggiamenti della vocalist, appare scolastico e pressapochista. Un guazzabuglio di povertà musicale, seguito distrattamente da buona parte del pubblico, ad eccezione di qualche sparuto sostenitore nelle prime file. Non capiamo con quale criterio siano stati chiamati a presenziare questa sera, di supporto ad una leggenda dell’oltranzismo musicale come possono esserlo i Cripple Bastards, ma di certo hanno ricevuto il trattamento che meritavano. Passiamo oltre.

CRIPPLE BASTARDS

Che i Cripple Bastards stiano attraversando un periodo di forma straordinario non è certo una novità. Ci avevano impressionato in concomitanza dell’ultimo Neurotic Deathfest – dall’alto di una delle migliori prove del festival – e confermano di essere ancora più “in palla” questa sera, avvalorati da suoni perfetti e dal sostegno incondizionato di un pubblico scalpitante. Spetta alla doppietta “Being Ripped Off”/ “L’Uomo Dietro Al Vetro Opaco” inaugurare la setlist dei Nostri, facendoci sprofondare nel torbido universo dell’ormai celebre “Italy’s purest personification of Hate”, tra visioni nichiliste e odio distillato. Una badilata in pieno volto, incipit perfetto per una performance che andrà via via estremizzandosi, fino alla conclusione da cardiopalma affidata a “Stimmung”, dal primo, storico “Your Lies In Check”. Nel mezzo troviamo il meglio della produzione di Giulio The Bastard & Co, con estratti da ogni uscita principale e una strizzata d’occhio al materiale più datato e “hardcore-oriented”. Non c’è da meravigliarsi, quindi, se ad una “Karma Del Riscatto” (che annoveriamo tra gli episodi più riusciti e acclamati di “Variante Alla Morte”) è seguita “Images Of War/Images Of Pain”, registrata nel lontanissimo, per chi scrive, 95′. Lo show, come insegna la tradizione del quartetto astigiano, è teso fino allo spasmo: trentacinque minuti, ventidue pugnalate. Frammenti di vetro, esplosi nell’aria, in cerca di un corpo su cui conficcarsi, lacerando organi e tessuti. Non c’è spazio per sorrisi, né per cenni di intesa con il pubblico. Il solo scopo, questa sera, è fare male. Obiettivo raggiunto, diremmo noi, con buona pace di chi avrà riportato una costola incrinata. Il concetto è sempre lo stesso, alla fine: “Non importa se la gente muore”.

Setlist:

Being Ripped Off
L’Uomo Dietro Al Vetro Opaco
Prospettive Limitate
Allergie Da Contatto
Mondo Plastico
Get Out And Bite Them
Karma Del Riscatto
Images Of War/Images Of Pain
Misantropo A Senso Unico
Implacabile Verso Il Suo Buio
Stupro & Addio
I Hate Her
Spirito Di Ritorsione
Italia Di Merda
Marchio Catastale + Gli Anni Che Non Ritornano
Inverno Nel Ghetto + Faccia Da Contenitore + Authority/At Punx/Necrospore
Il Sentimento Non E’ Amore
Sluts
1974
Polizia, Una Razza Da Estinguere
Il Tuo Amico Morto
Stimmung

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.