23/02/2003 - Prophilax @ Alpheus - Roma

Pubblicato il 01/03/2003 da

Dopo alcuni anni torna la Porno Hard Rock Band romana, ovviamente a modo suo.

PROPHILAX

È ovvio che partecipare ad una qualsiasi forma di “esposizione” di quel qualcosa identificato con il nome di “Prophilax” è da preparare con una accurata dose di psicologia e di apertura mentale, in quanto l’essere bigotti o facilmente impressionabili è inopportuno in loro presenza. L’attesa del concerto è riempita dalle note del nuovo album, che ancora i fan non conoscono bene… alla data del concerto sono trascorsi solo tre giorni da quando il CD è nei negozi, quindi la sorpresa per i – pochi – pezzi nuovi sarà molta, ma la band non è qui solo e unicamente per presentare le novità: sono tre anni infatti che il quintetto non si esibisce dal vivo, e la fame di volgarità in molti è grande, c’è persino un ragazzo che si presenta con un enorme pene di cartapesta, il tutto in nome dell’unica vera band underground romana. Giunge quindi il momento di suonare, e la band decide di aprire le danze con la storica “Dora”, emblema di una generazione, testando poi il pubblico con il nuovo pezzo “Don Mignotte”, per poi passare a pezzi storici come “ATAC Demmerda”, “Te Pijo Te Fotto”, “Re Arcù”, “Raptus Anale”, pezzi che anche il pubblico esegue in maniera quasi maniacale cantando ogni singolo pezzo a memoria (nuovi a parte, naturalmente), segno di una comune e malsana gioventù passata ad ascoltare musica che forse è l’essenza stessa della definizione di musica ‘di nicchia’. Questo gruppo continua ad esistere sopratutto perché non tenta di interpretare sensazioni o sentimenti, ma perché rappresenta piuttosto l’animo disadattato di una generazione. Il gig si chiude con “Dora In Poi Si Chiaverà”, con un nutrito gruppo di ragazzi che sale sul palco per cantare con i propi idoli. Una serata davvero unica, una band in grado di raccogliere un bel pubblico… se capitano nella vostra città non esitate: andate a vederli.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.