04/02/2015 - Tenacious D @ Alcatraz - Milano

Pubblicato il 12/02/2015 da

A cura di Valentina Piccione
Foto di Francesco Castaldo

In questo inizio di febbraio denso di date da non perdere, l’inedita versione “Old School Acoustic Style” degli irriverenti Tenacious D, per una sera non ci fa sentire la mancanza di suoni heavy e grandi effetti speciali. A tre anni di distanza dalla grandiosa esibizione, con tanto di sold-out, al Mediolanum Forum di Milano, senza nuovi album di studio, Jack Black e Kyle Gass tornano ad intrattenere i fan italiani. Tra siparietti, intrusioni di Sasquatch e assoli dei più disparati strumenti, le due ore di spettacolo a cui assistiamo confermano, nonostante la location decisamente più ridotta, l’amore del pubblico italiano per il duo!

tenacious D - milano alcatraz - 2015

Preceduti dall’impellicciato Sasquatch, una sorta di uomo delle nevi in versione one-man-band, Jack Black e Kyle Gass si lasciano introdurre dalle note di “The Trio” del nostro Ennio Morricone. Un telo nero e il palco occupato solo da quattro microfoni fanno da sfondo ai Tenacious D e alle loro chitarre acustiche. L’accoglienza del pubblico è calda e l’effetto dell’urlo con cui è accolta “Tribute” rimarca il tutto esaurito all’Alcatraz, stasera. Lo spettacolo è duplice: da una parte la splendida capacità di Black e Gass con due sole chitarre di non far rimpiangere l’assenza della band al completo; dall’altra la teatralità che entrambi gli attori/musicisti sfruttano nell’interazione continua con il pubblico. Agevolati dalla dimensione più contenuta della venue, il contatto con le prime file è costante; e Kyle Gass sembra apprezzare molto il reggiseno piovuto sul palco. La serata prosegue con un’alternanza di pezzi dei tre principali album di studio. Per tutta la durata dell’esibizione i due sono accompagnati dal canto del pubblico, che raggiunge la massima espressione all’arrivo delle più apprezzate “Dude (I Totally Miss You)”, “Wonderboy” e “Kickapoo”. Sasquatch entra ed esce dal palco, su cui è posto un microfono apposta per le sue incursioni,  di continuo. Passata ormai metà della scaletta arriva la cover di ”Rock and Roll” dei Led Zeppelin. Nelle giuste pause assistiamo all’assolo con tre flauti dolci di Kyle Gass, agli assoli di tutti i presenti, compreso il roadie, e alle attese e continue battute. Sebbene la successione delle canzoni sia ora più veloce e soddisfacente, questo è segno che siamo arrivati ormai alla chiusura, ma i Tenacious D non mancano di stupirci ancora con un breve tributo ai Black Sabbath con un mash-up di “War Pigs” e “Double Team”. A questo punto manca all’appello “Fuck Her Gently”: Jack Black e Kyle Gass, rispettivamente in versione pigiama-tigre e tenuta divisa da basket, danno il meglio, il pubblico di Milano dà il meglio ed è chiaro che nessuno ha più dubbi sul fatto che siamo tutti pronti per un nuovo album! Dopo una piccola interruzione i due ci salutano con “Classico” e “Baby” seguite da “You Never Give Me Your Money!” e “The End”, cover dei The Beatles. Non ci resta quindi che aspettare di rivederli, magari con un nuovo progetto.

Setlist:
Tribute
POD
Rize of the Fenix
Low Hangin’ Fruit
Karate
Dude (I Totally Miss You)
Kyle Quit the Band
Friendship
Throw Down
Señorita
Wonderboy
Kielbasa
History
Kickapoo
The Ballad of Hollywood Jack and the Rage Kage
Rock and Roll (Led Zeppelin cover)
Rock is Dead
Saxaboom
Roadie
To Be the Best
Double Team/War Pigs (Black Sabbath cover)
Fuck Her Gently
———
Classico
Baby
You Never Give Me Your Money (The Beatles cover)
The End (The Beatles cover)

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.