SINOATH – Meanders Of Doom

Pubblicato il 16/06/2016 da
voto
7.5
  • Band: SINOATH
  • Durata: 00:19:15
  • Disponibile dal: 18/04/2016
  • Etichetta: Final Earthbeat Productions
  • Distributore: Warhell Records

I Sinoath sono uno storico gruppo catanese che aveva pubblicato in passato un demo seminale nel 1991, “Forged In Blood”. Negli anni ’90 arrivarono qualche altro demo ed un full-length, intitolato “Research”, prima dello scioglimento nel 1995. Nel 2003 il batterista Salvo Fichera rispolverò il moniker, riformando la band con nuovi membri, pubblicando un secondo album nel 2007 (“Under The Ashes”). Ancora una volta seguì un periodo di pausa e la line-up venne totalmente rivoluzionata, dapprima con l’inserimento di Fabio Lipera alla chitarra (in realtà era il bassista originario della band) e Alessio Zappalà al basso, ai quali seguirono Francesco Cucinotta (Felis Catus) alla voce e tastiere e Massimo Chiofalo alla chitarra. Con questa formazione, la band registra un album, che viene al momento anticipato da un EP composto da tre tracce. Il disco ha una durata in tutto di poco superiore ai diciannove minuti, per cui non è semplice esprimere un giudizio ben definito. Peraltro, la prima traccia è una breve intro strumentale, per cui di fatto la parte più interessante del disco è limitata ad appena due brani. Ad ogni modo, si possono tuttavia individuare alcuni aspetti che meritano di essere evidenziati. La title track e “Codes Of Knowledge” sono infatti due tracce di ampio respiro, che si articolano per lo più attraverso sonorità death/doom: la band riesce a creare intense e sinistre atmosfere, caratterizzate da una ritmica cadenzata e fluente allo stesso tempo, con un sottofondo di tappeti di tastiere e un riffing lento ma quasi ipnotico, nel quale s’inserisce la voce roca del singer Felis Catus. Un grande sound (la band ama definirlo come “dark metal”), che riesce a creare anche un forte impatto emotivo nei confronti dell’ascoltatore. Un po’ più veloce l’ultima traccia, dotata peraltro pure di un certo groove, che le conferisce persino un certo flavour settantiano. Possiamo dunque considerare quest’EP come una succulenta anticipazione del prossimo album, che se effettivamente si manterrà su questi livelli qualitativi sarà senza dubbio un disco di valore: nell’attesa, vale sicuramente la pena di procurarsi intanto “Meanders Of Doom” e prendere confidenza con questa nuova incarnazione dei Sinoath e con il loro attuale sound.

TRACKLIST

  1. In A Dungeon Of Death
  2. Meanders Of Doom
  3. Codes Of Knowledge
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.